Il futuro dei medical devices

Il futuro dei medical devices image
Altran logo
Publicado el 22 de Febrero

Altran

All’atto dell’acquisto di un dispositivo medico come ad esempio un termometro, un misuratore per la saturazione di ossigeno, un misuratore della pressione, quanti di noi basano la propria scelta sulla prestazione diagnostica offerta dal dispositivo?

Ci sono diverse variabili che influenzano la scelta di acquisto per dispositivi che ormai sono associati non solo alla mera cura di una patologia contingente, ma anche alla prevenzione o al concetto di wellbeing.

In uno scenario così variegato, i produttori di dispositivi medici dovranno affrontare notevoli sfide, prima fra tutte quella di evitare la trasformazione del dispositivo medico in commodity.

Così come accade per i farmaci, il nuovo paradigma è la creazione di un valore aggiunto (value proposition) che vada al di là della mera fornitura del dispositivo, inserendolo piuttosto all’interno di un contesto d’utilizzo che punti sulla prevenzione come risultato ottimale e integri anche elementi di intelligence per la fornitura di servizi.


I produttori di dispositivi medici devono quindi concentrarsi sui seguenti aspetti:

- Rivedere un modello di business con uno sguardo alle nuove tecnologie al fine di sovvertire un paradigma della diagnostica e far sì che la misura di un dato in ambiente domestico permetta al medico remotizzato di prendere decisioni cliniche. Progettare quindi dispositivi che permettano lo sviluppo di modelli di sanità interconnessa. 


- Riposizionarsi verso i nuovi competitor che padroneggiano le nuove tecnologie e che sempre più spesso provengono da altri settori industriali. I primi produttori mondiali di wearables sono infatti Apple, Fitbit (Google) e Amazon.


- Riconfigurare la propria catena del valore secondo scelte strategiche che permettano di proporsi come fornitori di soluzioni per costi sanitari sostenibili, in particolare per quanto riguarda l’interazione diretta con pazienti e consumatori.

 

Le tecnologie per dispositivi medici sempre più intelligenti

La tecnologia ha il potenziale per spingere ma anche distruggere l'industria dei dispositivi medici, con nuovi entusiasmanti sviluppi che emergono a un ritmo inimmaginabile. 

Scommettere sulle tecnologie e sui processi vincenti non sarà semplice e le aziende dovranno valutare attentamente e sperimentare un flusso costante di innovazioni. 

Il mercato si orienta alle seguenti tecnologie che aiuteranno a integrare l'intelligence nel portafoglio e quindi saranno ampiamente adottate dalle aziende vincenti nei prossimi anni: 

- dispositivi indossabili
- app per dispositivi intelligenti
- IoT
- dati e analisi basati su cloud e blockchain.

 

Le “4 P” della medicina del futuro

La medicina del futuro sarà sempre più aderente alle 4P ovvero:

- Preventiva. Attraverso un approccio diagnostico proattivo e concentrato anche sugli stili di vita, consente di prevenire o individuare in anticipo alcune patologie.
- Predittiva. Consente di identificare la fragilità o il difetto che predispone un paziente a sviluppare una patologia.
- Partecipativa. Il paziente effettua scelte consapevoli basate sulle informazioni precise ed è responsabilizzato nella collaborazione con il medico per sviluppare la terapia più efficace e personalizzata.
- Personalizzata. Individua il trattamento medico specifico sulla base delle specifiche caratteristiche della singola persona

La nostra azienda supporta i nostri clienti del settore Medical Device in questa trasformazione tecnologica, in un momento storico in cui anche il quadro normativo subisce un profondo cambiamento. Contemporaneamente supportiamo i soggetti sanitari nella progettazione e attivazione di servizi di assistenza sanitaria tecnologicamente innovativa. Supportiamo lo sviluppo di applicazioni in grado di gestire, in tempo reale, il flusso informativo bidirezionale che intercorre tra paziente e centro medico specialistico mentre sono fisicamente distanti.


Ti piacerebbe entrare a far parte di Altran? Consulta le nostre offerte di lavoro e invia la tua candidatura cliccando qui