Colloquio di lavoro: 8 consigli per avere successo

colloquio di lavoro image colloquio di lavoro
Pubblicato 5 Febbraio

Pensi di essere preparato per un colloquio di lavoro? Scopri i nostri consigli per superarlo con successo.

Siete stati contattati da un’azienda per un colloquio dopo aver mandato il curriculum vitae?

Complimenti, significa che la vostra lettera di presentazione e il vostro CV sono risultati interessanti. Ora peró la prova più ardua è fare una buona impressione “face-to-face” con l’HR dell’azienda.

Avete il timore di sbagliare le parole, tremare, non dare una buona impressione o iniziare a sudare per l’ansia? Non fatevi prendere dal panico, vi diamo noi 8 suggerimenti da seguire per preparare al meglio un colloquio di successo.

1. Informatevi sull’azienda

Prima di tutto, dovete fare in modo di sapere il più possibile sull’azienda in cui andrete a sostenere l’interview. Le informazioni che raccoglierete non solo vi aiuteranno a comprendere se i vostri valori sono allineati con quelli dell’azienda, ma faranno percepire il vostro interesse. Guardate il sito web dell’azienda, cercate di informarvi sulla struttura interna, sugli obiettivi a lungo termine e sulla filosofia aziendale. Utilizzate i social per capire che tipo di immagine l’azienda vuole trasmettere all’esterno e le sue strategie per farlo. Più informazioni trovate, meglio potrete prepararvi al colloquio di successo!

Oltre al sito internet, numerose aziende sono su tutored per dare piccoli suggerimenti in materia di CV e colloqui di lavoro. Ti suggeriamo di guardare la video intervista di Sonia, recruiter in PwC, per scoprire i suoi consigli e cosa fa dire "wow" ad un recruiter in una realtà aziendale importante come questa. 

2. Job description

Esaminate in modo approfondito la “job description”.  Sulla base dell’annuncio di lavoro pubblicato, potrete facilmente capire su quali argomenti verterà il colloquio, quali domande potrebbero fare. Esaminando la “job description” potrebbero venire anche a voi delle domande da fare, dimostrando così vero interesse e voglia di entrare in quella realtà aziendale. Ricordatevi inoltre la vostra lettera di presentazione. La motivazione che avete scritto e cosa vi ha spinto candidarvi per quell’azienda. Date un’occhiata finale al CV e alla lettera di presentazione: l’azienda vi ha chiamato per una ragione precisa, quindi siate certi di conoscere i vostri principali punti di forza prima di iniziare il colloquio.

3. Esercitatevi su ciò che direte

In base a quello che abbiamo detto nei punti precedenti, potete già orientativamente immaginare le domande che vi potranno fare in sede di colloquio. Quindi esercitatevi su ciò che direte integrando anche con altre esperienze lavorative e personali, senza risultare però troppo monotoni e pieni di voi. Cercate di rendere il discorso sempre interessante e frizzante.

4. Ricordati che se ti hanno contattato, c’è un perché!

Non lasciate che siano ansia e agitazione a rovinare il vostro incontro con l’HR. Ricordate che se l’azienda vuole incontrarvi per un colloquio formale c’è un motivo. Hanno visto in voi qualcosa di interessante e desiderano approfondire la vostra conoscenza: già questo significa che avete qualcosa in più rispetto a tanti altri candidati. Tenetelo bene a mente prima dell’incontro e concentratevi sui vostri punti di forza: è la chiave per un colloquio di successo e vi aiuterà a mantenere sempre un atteggiamento fiducioso e positivo.

5. Fai attenzione all’outfit

Curate la vostra immagine quando vi presentate ad un colloquio. Ovviamente l’outfit andrà di pari passo con l’immagine aziendale. In ogni caso è sempre buona regola presentarsi come persone pulite ed ordinate. Un consiglio: mantenere uno stile sobrio, almeno inizialmente, è sempre buona prassi. Non strafate, risulterete costruiti e poco credibili!

Alcune aziende hanno delle linee guida su colori e lunghezze, esserne a conoscenza può essere d’aiuto. Se i colori ammessi sono blu, grigio e nero, vestirsi di giallo al primo colloquio potrebbe essere un po’ azzardato.

Sono ammesse eccezioni per chi si candida a lavori creativi o che richiedono effettivamente un look informale, in questi casi il filo di perle della nonna sarebbe solo controproducente.

6. Linguaggio del corpo

É uno dei linguaggi non verbali su cui si pone particolare attenzione in sede di colloquio: non sottovalutatelo. Ecco alcuni consigli per un colloquio di successo:

- Il corpo non deve essere troppo teso, trasmetti tensione facendo capire che sei nervoso e preoccupato;
- Il corpo leggermente chino in avanti é segno di interesse e attenzione;
- Non giocare con le mani: fará percepire tutta la vostra ansia;
- Guardate sempre negli occhi l’interlocutore, vi darà un’aurea di sicurezza.

7. Occhio alle interruzioni durante il discorso

Un altro trucco usato dagli esaminatori è interrompere spesso il colloquio. Le interruzioni possono essere accidentali o programmate, ma se perdi il filo o ti irriti, rimani educato e sorridi. Mantieni sempre il controllo di quello che dici, il rischio potrebbe essere di dire una cosa sbagliata o che magari avresti preferito non dire. Keep Calm!

8. Porta al colloquio tutto te stesso

Il consiglio migliore però che vi diamo é di essere sempre voi stessi! Non costruitevi un’immagine che non sia la vostra. Non cadete nello stereotipo, siete interessanti perché ognuno ha qualcosa di diverso dall’altro. Semplicemente rispettate delle norme che sono comuni affinché non diate una cattiva impressione all’impatto.

Giocati al meglio questa carta, é un’ottima opportunità per mettere a frutto anni e anni di studi e sacrifici. Il colloquio di successo ti aspetta!

 

Centinaia di azienda sono alla ricerca di studenti, laureandi e neolaureati per stage o entry level.
Per avere più consigli e conoscere tutte le proposte di lavoro inerenti al tuo percorso di studi, entra su tutored e visualizza tutte le opportunità in liena con il tuo percorso di studi. 

Vedi tutti

Le opportunità di carriera più popolari su tutored