Pubblicato il 20 Mar 2020
Pubblicato il 20 Mar 2020
Tutored incontra Alberto: da Lecce, a Milano passando per la Russia

Tutored incontra Alberto: da Lecce, a Milano passando per la Russia


La fabbrica del nonno e la passione per l'imprenditoria


La passione per il mondo aziendale è sempre stata presente nella vita di Alberto Vergine, neolaureato LUISS e oggi stagista presso Accenture a Milano. Il nonno ha fondato un azienda specializzata nella raffinizzazione e commercializazione del legno in tutta Italia che è sempre stata presente nella vita di Alberto.

"A 18 anni mi sono trasferito a Roma da un paese in provincia di Lecce per iniziare a studiare alla LUISS.  Quello che mi ha spinto a studiare economia è stata il mio obiettivo di voler lavorare in un mondo aziendale. Fin da piccolo sono sempre stato a contatto con la realtà di famiglia e durante le estati mi piaceva stare in azienda e guardare quello che vi era dietro un prodotto, tutti i processi e i retroscena. Da lì è nata la mia passione verso questo mondo e dunque la volontà di trasferirmi a Roma per studiare Economia e Management. "


La Russia e una strana partita


Durante il suo percorso accademico e professionale, Alberto ha attraversato tutto lo stivale, facendo anche dei brevi stop fuori dall'Italia. Nato a Lecce e trasferitosi a Roma per studiare, per poi iniziare a lavorare in Accenture a Milano.

"L'esperienza in Russia è stata veramente pazzesca. La sfida più imporatante è stata abituarsi ad un clima e uno stile di vita completamente diverso da quello a cui io ero abituato. Ho scelto apposta questa meta proprio perchè volevo sfidare me stesso. La città è meravigliosa e il metodo di insegnamento è molto diverso da quello italiano, molto più pratico e basato su casi reali e aziendali, un tipo di preparazione che mi sta aiutando anche alla mia prima esperienza lavorativa in Accenture."

"Durante l'università ho fatto parte dell'ARES LUISS (Associazione Roma Eventi Studenteschi) con cui abbiamo organizzato, oltre ad altri eventi, la partita del cuore in favore dei terremotati di Amatrice insieme a studenti, professori e personaggi famosi."


Consulente manageriale o imprenditore?


E' invece in Accenture che Alberto ha deciso di iniziare la propria carriera professionale, nella divisione Management Consulting Products dove cura progetti di grandi marchi della moda e fa scouting di startup nella divisione Innovation dell'azienda. Una azienda che apprezza principalmente per la sua dimensione innovativa e la strutturazione e organizzazione dei progetti, che danno la possibilità di indagare diverse situazioni e avere un impatto sulla vita delle aziende seguite.

"E' stata un'esperienza con un forte impatto perchè entrare nel mondo del lavoro partendo da una grande corporate mi ha dato molto e mi ha messo molto sotto pressione tanto che, adesso, mi sento pronto ad iniziare la mia carriera al 100%. Una cosa molto stimoltante in azienda è l'essere messo sotto pressione con diverse deadline per i vari progetti ed il riuscire a gestire in maniera soddisfacente dei task, portando a casa il risultato, è come ottenere una piccola vittoria".

"Sicuramente per i prossimi 5 anni vedo la consulenza nella mia carriera perchè ritengo che siano esperienze fondamentali per formare un background solido e diversificato su diverse industries. Sogno però è fare l'imprenditore, ho diverse idee da mettere in pratica e realizzare."

 

La fabbrica del nonno e la passione per l'imprenditoria


La passione per il mondo aziendale è sempre stata presente nella vita di Alberto Vergine, neolaureato LUISS e oggi stagista presso Accenture a Milano. Il nonno ha fondato un azienda specializzata nella raffinizzazione e commercializazione del legno in tutta Italia che è sempre stata presente nella vita di Alberto.

"A 18 anni mi sono trasferito a Roma da un paese in provincia di Lecce per iniziare a studiare alla LUISS.  Quello che mi ha spinto a studiare economia è stata il mio obiettivo di voler lavorare in un mondo aziendale. Fin da piccolo sono sempre stato a contatto con la realtà di famiglia e durante le estati mi piaceva stare in azienda e guardare quello che vi era dietro un prodotto, tutti i processi e i retroscena. Da lì è nata la mia passione verso questo mondo e dunque la volontà di trasferirmi a Roma per studiare Economia e Management. "


La Russia e una strana partita


Durante il suo percorso accademico e professionale, Alberto ha attraversato tutto lo stivale, facendo anche dei brevi stop fuori dall'Italia. Nato a Lecce e trasferitosi a Roma per studiare, per poi iniziare a lavorare in Accenture a Milano.

"L'esperienza in Russia è stata veramente pazzesca. La sfida più imporatante è stata abituarsi ad un clima e uno stile di vita completamente diverso da quello a cui io ero abituato. Ho scelto apposta questa meta proprio perchè volevo sfidare me stesso. La città è meravigliosa e il metodo di insegnamento è molto diverso da quello italiano, molto più pratico e basato su casi reali e aziendali, un tipo di preparazione che mi sta aiutando anche alla mia prima esperienza lavorativa in Accenture."

"Durante l'università ho fatto parte dell'ARES LUISS (Associazione Roma Eventi Studenteschi) con cui abbiamo organizzato, oltre ad altri eventi, la partita del cuore in favore dei terremotati di Amatrice insieme a studenti, professori e personaggi famosi."


Consulente manageriale o imprenditore?


E' invece in Accenture che Alberto ha deciso di iniziare la propria carriera professionale, nella divisione Management Consulting Products dove cura progetti di grandi marchi della moda e fa scouting di startup nella divisione Innovation dell'azienda. Una azienda che apprezza principalmente per la sua dimensione innovativa e la strutturazione e organizzazione dei progetti, che danno la possibilità di indagare diverse situazioni e avere un impatto sulla vita delle aziende seguite.

"E' stata un'esperienza con un forte impatto perchè entrare nel mondo del lavoro partendo da una grande corporate mi ha dato molto e mi ha messo molto sotto pressione tanto che, adesso, mi sento pronto ad iniziare la mia carriera al 100%. Una cosa molto stimoltante in azienda è l'essere messo sotto pressione con diverse deadline per i vari progetti ed il riuscire a gestire in maniera soddisfacente dei task, portando a casa il risultato, è come ottenere una piccola vittoria".

"Sicuramente per i prossimi 5 anni vedo la consulenza nella mia carriera perchè ritengo che siano esperienze fondamentali per formare un background solido e diversificato su diverse industries. Sogno però è fare l'imprenditore, ho diverse idee da mettere in pratica e realizzare."