Tutored incontra Anna, Organisation & Leadership Lead in Klarna

Tutored incontra Anna, Organisation & Leadership Lead in Klarna image Tutored incontra Anna, Organisation & Leadership Lead in Klarna
Pubblicato 11 Febbraio

Da Milano a Copenhagen fino ad aprire il primo ufficio italiano di Klarna: la storia di Anna Repossi.

Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.

In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?
 

Dal 2013 al 2016 ho studiato all’Università Cattolica di Milano dove ho ottenuto una laurea triennale in Economia e gestione aziendale (Service management). Dal 2016 al 2018 ho vissuto a Copenhagen in Danimarca dove ho ottenuto la magistrale in Strategy, Organisation & Leadership alla Copenhagen Business School (CBS).

Durante la magistrale ho avuto la fortuna di lavorare come student assistant per Maersk

 

Hai svolto parte del tuo percorso di studi all'estero: come mai hai preferito svolgere un Master of Science rispetto ad un classico erasmus?

Ho sempre avuto una visione piuttosto negativa dell'Erasmus, influenzata dalle storie raccontate da amici e conoscenti. Ne parlavano come di un’esperienza certamente bella e culturalmente arricchente, ma allo stesso tempo caratterizzata da molto divertimento ed esami “facili”, piuttosto che da vere sfide professionali e personali. Mi sembrava più una lunga vacanza. Per dirla in metafora era come imparare a nuotare con i braccioli, un genitore a fianco e l’acqua bassa.

Cercavo invece un’esperienza forte e completa, volevo buttarmi in un oceano senza braccioli. Sono andata su Google, ho ricercato le università migliori in Europa, ho fatto domanda alla CBS e sono partita senza guardarmi indietro. Non conoscevo le mie coinquiline o la città e sicuramente ero a digiuno della cultura scandinava. Con il senno di poi, posso dire di aver fatto la scelta migliore - l’indipendenza, la responsabilità, i legami, il bagaglio culturale e la crescita personale che mi ha portato questa esperienza sono indescrivibili. Se si ha la possibilità, consiglio sempre un percorso triennale/magistrale all’estero piuttosto che un Erasmus (mia opinione personale).

 

Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera?


Aver lavorato come student assistant (part-time flessibile) in un colosso del trasporto e della logistica come Maersk è stato sicuramente il mio trampolino di lancio. Nelle università si studiano tante teorie e pagine di libri, spesso senza capire che cosa si sta realmente leggendo. Penso che occorra conoscere le implicazioni pratiche, per capire veramente.

Ho iniziato a studiare organizzazione aziendale e bilanci quando ancora non avevo mai provato cosa volesse dire lavorare in un’azienda. Avere la possibilità di lavorare e studiare mi ha aiutato a trovare l’applicazione pratica alle conoscenze teoriche. Inoltre, questo mi ha molto facilitato nei processi di selezione post laurea - avere un’esperienza lavorativa nel CV da neo laureato ti rende sicuramente più competitivo. 

 

Oggi lavori in Klarna: puoi raccontarci di questa interessante realtà?

Klarna è stata fondata a Stoccolma, in Svezia, nel 2005, con l’obiettivo di semplificare lo shopping online. Negli ultimi 15 anni, la tecnologia ha fatto evolvere il mondo intorno a noi trasformandolo, ma la missione di Klarna non cambia: rendere il processo di pagamento il più semplice, sicuro e, soprattutto, smoooth possibile. Klarna offre pagamenti diretti, opzioni di pagamento dopo la consegna e piani di rateizzazione attraverso un’esperienza di acquisto che consente ai clienti di pagare come e quando preferiscono.

Oggi Klarna è al quinto posto nella lista 2020 CNBC Disruptor 50. Con una valutazione di $10,65 miliardi (raddoppiata nell’ultimo anno) è la fintech privata più valutata in Europa e la quarta più alta a livello globale. Fornisce soluzioni di pagamento a 85 milioni di consumatori attraverso 200.000 commercianti in 17 paesi. 

 

Di cosa ti occupi in qualità di Organisation & Leadership Lead in Klarna?

In Klarna si parla molto di “irregular path” e io ne sono l’esempio. Ho iniziato in Klarna a Gennaio 2020 a Stoccolma come hr specialist nel team che si occupa di recruitment strategy. Dopo solo tre settimane, mi è stata offerta l’opportunità di andare a Milano ad aprire il primo ufficio Klarna in Italia - ho fatto un meeting di 20 minuti con la Direttrice HR e in un giorno ho ottenuto la posizione (PS: a soli 25 anni). Non mi è stata data alcuna indicazione, se non garantire il corretto/buon funzionamento di tutto quello che riguarda organisation & leadership in Italia (i.e. assunzioni, diritto del lavoro, sicurezza e medicina sul lavoro, setup dell’ufficio, onboarding etc.).

Mi sono occupata di moltissime cose: configurare chromebox nelle sale riunioni, organizzare eventi in ufficio, svolgere le funzioni di principale referente interno per questioni di diritto del lavoro ecc. Ora sono la responsabile Organisation & Leadership di Klarna Italia e mi occupo di tutto l’employee journey del dipendente oltre ad avere il compito di fare diventare Klarna Italy il terzo tech hub di Klarna. PS: stiamo assumendo!

 

Prima di arrivare in Klarna, hai svolto un Graduate Program in Nordea: che tipo di esperienza è stata? Quali sono le principali differenze tra lavorare per una startup in rapida crescita rispetto ad una grande corporate?

Ho iniziato il graduate program in Nordea nel 2019 nel team di Organisation Design.

E’ stata un’esperienza molto formativa, ho frequentato molti seminari e ho lavorato per molti progetti strategici e confidenziali. Mi sono anche lanciata nelle job rotation ricercando proprio la diversità i.e. Business Banking e Artificial Intelligence. Tuttavia, non mi sentivo totalmente a mio agio. Passavo le giornate a produrre slide powerpoint senza mai vedere un reale impatto del mio lavoro - mi sentivo un po’ pagata “inutilmente”. Come tanti giovani avevo il bisogno di fare la differenza, di vedere un risvolto concreto dei miei sforzi.

Inoltre, le grandi corporate come Nordea sono molto “vecchio stile”, lente e avverse al cambiamento - dei dinosauri. Mi sono quindi dimessa per iniziare in Klarna, una startup (di più di 3000 persone) giovane, dinamica e in continuo cambiamento. In una realtà più piccola quello che fai conta, ti viene data responsabilità e i fallimenti vengono accettati e visti come possibilità di crescita. Posso dire di aver imparato più in un 1 anno a Klarna che nei 3 anni di lavoro precedente. 

 

Nella nostra community di oltre 500.000 utenti ci sono molto studenti e giovani laureati che vorrebbero lavorare nel mondo HR: un consiglio che daresti a chi vorrebbe seguire la tua strada?

Siate persone audaci, curiose, aperte al cambiamento, umili ed ottimiste. Siate persone un po’ eccentriche che vogliono qualcosa di più di un lavoro. Non abbiate paura di fare salti nel vuoto e di prendere un sentiero irregolare. Non abbiate paura di essere diversi. Imparate dagli altri più che potete e non smettete mai di aver voglia di imparare. 

 

Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazie a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.

Le ultime opportunità pubblicate su tutored
Vedi tutti
Vedi tutti