La formazione in Eni: intervista a Tiziano Colombo, CEO di Eni Corporate University

La formazione in Eni: intervista a Tiziano Colombo, CEO di Eni Corporate University image
Eni logo
Pubblicato il 20 Aprile

Eni

“Sin dai tempi di Enrico Mattei, la formazione ha un ruolo fondamentale in Eni. Mattei riponeva infatti fiducia nei contributi che le persone potevano dare allo sviluppo dell’impresa e gran parte del segreto del successo della sua Eni fu proprio legato alla rapidità con la quale riuscì a preparare e mettere in circolo una rete formidabile di tecnici e manager.”

Qual è il tuo ruolo in Eni?

Da dicembre 2018 ricopro il ruolo di Amministratore Delegato in Eni Corporate University, dopo un percorso aziendale di 35 anni. 

Che cos’è Eni Corporate University e quali sono le principali attività portate avanti?

Nel 1957 Mattei aprì la strada alla formazione post-laurea in Italia fondando una vera e propria Scuola sugli Idrocarburi. Alcuni anni dopo la sua morte, nel 1969, la Scuola assunse il suo nome – Scuola Enrico Mattei – divenendo in seguito il nucleo dell’attuale Eni Corporate University. Fondata nel 2001, Eni Corporate University svolge attività di formazione, garantendo il presidio, la diffusione e lo sviluppo della cultura di impresa.

L’obiettivo è quello di realizzare programmi di formazione continua che mettano al centro la persona e utilizzare metodologie innovative di apprendimento al fine di rafforzare e sviluppare le competenze delle nostre persone. Crediamo profondamente nel valore della formazione, per questo investiamo in una struttura che integra tradizione e innovazione per contribuire allo sviluppo delle competenze e alla diffusione dei valori.

Avete attivato percorsi specifici dedicati al target dei giovani neolaureati? 

Sì: la Scuola Mattei ha dato vita al primo esempio di formazione post-universitaria in Italia, diventando negli anni un punto di riferimento per i professionisti del settore energetico.

Allora come oggi, attraverso il Master in Energy and Environmental Management and Economics (MEDEA) in collaborazione con l’Università di Pavia cerchiamo giovani donne e giovani uomini con la passione per l’energia e l’ambiente, e la voglia di costruire il proprio futuro. Ciò che offriamo sono dieci mesi di impegno in un ambiente internazionale e all’avanguardia, stimolato dal confronto con docenti universitari, manager ed esperti di Eni, compagni di corso provenienti da tutto il mondo. Un’avventura e un investimento: su sé stessi e su una squadra.

Non solo, negli anni Eni ha mostrato il proprio impegno nella formazione attivando ulteriori Master: nel corso del 2022 Eni realizzerà, in collaborazione con le Università italiane, 2 master universitari ed un Eni Master School. Stiamo parlando nello specifico dei percorsi: Energy Innovation - in collaborazione con il Politecnico di Milano, Natural Resources Development and Storage (MiNDS) – in collaborazione con il Politecnico di Torino, e Geoscience for Energy - Eni Master School (GEMS). 

Questi Master si pongono come obiettivo fondamentale quello di offrire una visione trasversale e strategica sul mondo dell’energia, in chiave innovativa ed internazionale, focalizzandosi su molteplici aspetti di questo settore (tecnologie e innovazione, energy transition, esplorazione e molto altro). 

Tutti gli studenti ammessi a partecipare ai Master ricevono borse di studio mensili per l’intera durata dei percorsi. I lettori interessati possono visitare la sezione Carriere del sito eni.com per reperire informazioni di dettaglio sui percorsi di formazione sopra introdotti ed acquisire elementi di orientamento aggiuntivi. 

Quanto è importante per voi la formazione continua delle vostre persone?

La formazione per Eni rappresenta un tassello fondamentale per il sostegno all’evoluzione delle competenze richieste dai nuovi obiettivi di business e dall’evoluzione organizzativa: la formazione è una leva strategica per aiutare tutti noi a comprendere il cambiamento ed esserne parte attiva. Una formazione che si aggiorna costantemente per offrirci contenuti e stimoli al passo con i nuovi scenari di mercato e di business, con le ultime tendenze tecnologiche e digitali e che mette ogni persona al centro nella creazione del proprio percorso. La messa a disposizione di opportunità formative più diffuse grazie al significativo ricorso alla formazione a distanza è la stata la chiave che ha consentito di garantire alle persone la continuità delle attività formative anche nelle fasi estreme di lockdown.

Non smettiamo mai di imparare, per questo ci rinnoviamo continuamente, allarghiamo i nostri orizzonti e collaboriamo tra noi per costruire nuovi saperi che ci guidino nella nostra crescita comune.