L’importanza della lingua inglese nel mondo del lavoro

L’importanza della lingua inglese nel mondo del lavoro image
Gi Group logo
Pubblicato il 30 Luglio

Gi Group

Come è ormai noto, una buona conoscenza della lingua inglese è una delle carte vincenti per trovare una prima occupazione. Avere dimestichezza con l’inglese apre infatti numerose porte nel mondo del lavoro e moltiplica le opportunità di inserimento in azienda, ma non solo.

Per i candidati è quindi fondamentale riportare nel CV il proprio livello di inglese ma soprattutto devono saper dimostrare di conoscere la lingua in fase di selezione! Cercheremo di affrontare questo tema e dare dei suggerimenti utili per prepararsi al meglio ad un colloquio in inglese.

Se non si è in possesso di una certificazione linguistica è importante fare un’autovalutazione del proprio livello di conoscenza: sul web ci sono tantissimi test gratuiti con cui potersi cimentare.
Il CV deve sempre riportare il reale livello di conoscenza della lingua inglese e non quello presunto. Molto spesso la conoscenza della lingua sarà oggetto di verifica da parte dei Recruiter in fase di selezione: non è raro che le aziende, prima ancora di affrontare il colloquio, propongono ai candidati dei test di inglese per fare una prima scrematura.
Quindi siate sempre sinceri!

Come migliorare il proprio livello di conoscenza della lingua inglese: alcune soluzioni

Ci sono tanti modi per migliorare il proprio livello linguistico, primo fra tutti frequentare un corso che rilasci una certificazione del livello acquisito dopo aver sostenuto un esame.

Vi sono poi delle modalità “homemade” per esercitarsi. Eccone alcune:
- seguire serie TV in lingua originale, inizialmente con i sottotitoli in italiano e successivamente in inglese, per poi ascoltarle senza nessun aiuto direttamente in inglese
- Scaricare delle APP che offrono dei piani personalizzati per migliorare passo dopo passo
- Ascoltare podcast
- Leggere dei libri (saggi o romanzi) riconosciuti dalle migliori scuole di inglese, che aiutano a migliorare la comprensione della lingua e ad implementare il vostro vocabolario.

I nostri consigli per affrontare il colloquio in inglese

Potrebbe essere utile, prima del colloquio, stilare in inglese un breve elenco delle informazioni chiave che si sono raccolte sull’azienda per cui si fa il colloquio (mission, storia, valori ecc): questo dimostrerà il vostro interesse e la vostra motivazione.
Le domande più frequenti che vengono poste dai Recruiter per testare la conoscenza della lingua solitamente riguardano la personalità e caratteristiche del candidato, ad esempio:
- Tell me about yourself - Parlami di te
- What are your strengths? – Quali sono i tuoi punti di forza?
- What are your weaknesses? – Quali sono i tuoi punti deboli?

Altre domande invece si basano sulla motivazione, come:
- Why do you want to work here? – Perchè vorresti lavorare con noi?
- Why should we hire you - Perchè dovremmo scegliere te?

Spero che questo articolo sia stato utile e ricco di spunti di riflessione, non mi restache augurarvi Good Luck!
Alice Schirru, Search&Selection Specialist – Gi Group