Tracciare il cambiamento (non le persone): l’IoT nell’era post Covid.

Tracciare il cambiamento (non le persone): l’IoT nell’era post Covid. image
Here Technologies logo
Pubblicato il 3 giorni fa

Here Technologies

Mentre le restrizioni di COVID-19 continuano a subire modifiche nel mondo, i ricercatori e i funzionari governativi hanno iniziato a volgere la propria attenzione verso la tecnologia basata su Internet of Things per raccogliere informazioni dettagliate sulla vita post-COVID, compresi i cambiamenti di mobilità, vendita al dettaglio, assistenza sanitaria e commercio.

Molte soluzioni basate su tecnologie IoT sono già al vaglio e in fase di test nel mondo per aiutare i governi a sviluppare politiche post-COVID più mirate, per monitorare l'ambiente fisico o raccogliere dati socioeconomici e di mobilità facendo risparmiare denaro ai governi e aiutando le comunità a tornare alle proprie attività in sicurezza.

Un esempio attuale è il case study di Meshed, il principale fornitore di LoRaWAN pubblici e privati ​​per la regione australiana e della Nuova Zelanda.

L’Università di Wollongong SMART Facility e il provider LoRaWAN [rete a bassa potenza ad ampia area di rete] di Meshed stanno già utilizzando uno strumento basato su IoT chiamato nCounter per raccogliere dati sul passaggio pedonale post-quarantena.

nCounter utilizza la tecnologia di rilevamento Wi-Fi per calcolare il numero di smart devices connessi entro un intervallo da 5 a 50 metri: registrazione dei tempi di ingresso, uscita e sosta in determinate aree, in veicoli fermi, su ciclisti e dietro le pareti.

I dati aggregati (anonimizzati) vengono quindi visualizzati in una dashboard supportata da Mesh e trasferiti su radiofrequenze a lungo raggio tramite The Things Network.

Operando in cinque stati australiani, nCounters è in grado di offrire già oggi informazioni estremamente dettagliate sui diversi fattori rilevanti per il COVID-19. La tecnologia, la condivisione dei dati e la collaborazione tra governo e settore privato si stanno dimostrando oggi più che mai strumenti indispensabili per ridurre al minimo i tassi di mortalità, gestire la sanità pubblica e l'allocazione e l’efficienza delle risorse, nonché l'efficacia dell'igiene sociale, creando cambiamenti nella mobilità e influenzando settori chiave.

Possibilità derivanti dall’utilizzo sistematico dell’IoT nell’era post Covid

L'IoT può mostrare -e aiutare a capire - le abitudini post-pandemiche delle popolazioni, aiutare le autorità locali a realizzare piani di assistenza e di ripresa mirati e consapevoli, ad esempio studiando e analizzando il conteggio dei pedoni e i flussi di movimento. Così, anche il monitoraggio dell'attività di trasporto commerciale può aiutare tanto i governi quanto gli operatori privati a implementare soluzioni più efficienti di supporto all’industria e di gestione della flotta. Per fare un esempio del nostro quotidiano infine, durante la pandemia, abbiamo avuto modo di sperimentare e apprezzare l’importanza di sistemi di rilevamento della fila davanti ai supermercati.

Noi siamo sicuri che questa sia la strada che ci porterà verso una vita più “comoda”, smart e soprattutto più sicura. Una strada e una mappa che stiamo costruendo insieme.

 

 

*Leggi l’articolo completo e altri approfondimenti correlati sul nostro blog https://360.here.com/iot-technology-covid-19