Social Reputation: i consigli del Team Employer Branding di Lidl Italia per gestire la propria presenza su LinkedIn

Social Reputation: i consigli del Team Employer Branding di Lidl Italia per gestire la propria presenza su LinkedIn image
LIDL Italia logo
Pubblicato il 23 Luglio

LIDL Italia

In Italia, sono 14 milioni le persone su LinkedIn.

Dai dati del report “We are Social 2020” è emerso che, nel nostro Paese, il più famoso social network professionale è in costante crescita (+7% nell’ultimo quadrimestre) e attualmente vede iscritti quasi 1 italiano su 3 nella popolazione over 18 (28%). Per utilizzare al meglio LinkedIn, però, la mera presenza non basta. Le logiche e le dinamiche di un social network professionale sono molto diverse da quelle dei social network personali a cui siamo ormai abituati.

Ma come fare per capire se stiamo gestendo bene la nostra presenza su LinkedIn? Ce lo dice la piattaforma stessa attraverso un interessante indicatore: il Social Selling Index (SSI).

Il SSI è uno score del tuo profilo basato sulla somma di 4 elementi:

·        Creare il brand professionale

·        Trovare le persone giuste

·        Interagire con informazioni rilevanti

·        Costruire relazioni

P.s. Se sei curioso di scoprire il tuo SSI ti basterà andare qui: Social Selling Index

Partendo da questi 4 parametri di valutazione, noi del Team Employer Branding di Lidl Italia vogliamo fornirti dei consigli utili per migliorare la tua presenza su LinkedIn.

 

Cura il tuo profilo

Il primo passo per creare il proprio brand professionale è: curare il profilo.

Come diciamo sempre noi in Lidl: “Non avrai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”. Aggiungi, quindi, tutte le informazioni richieste ricordando sempre: LinkedIn è un social network professionale.

Ecco alcuni consigli pratici:

Foto profilo

•        Giacca e cravatta non sono necessarie: l’importante è scegliere una foto coerente tra ciò che sei online e ciò che le persone si aspettano di trovare

•        Evita i selfie, le foto in spiaggia, di coppia: investi del tempo per fare una foto professionale. Se non hai competenze come fotografo, considera di rivolgerti a un professionista

•        Scegli uno sfondo neutro

E la copertina?

Non ci sono linee guida particolari, ma è importante che abbia un nesso con la vostra attività professionale.

Titolo/Headline

·        Distintivo: poniti la domanda “il mio headline mi differenzia dai miei omologhi su LinkedIn?”

·        Parla di te: usa i caratteri a disposizione per inserire il tuo ruolo, le tue ambizioni, i tuoi studi e anche le tue passioni. Nel caso di uno studente/neolaureato potrebbe essere: Ambizione + studi + passione (esempio: Futuro Avvocato | studente di Giurisprudenza |Tennista e Viaggiatore)

Riepilogo

Usa il riepilogo per raccontare e incuriosire. Evita degli asettici punti elenco.

Spiega cosa fai e il perché lo fai. Il valore aggiunto che offri o che puoi offrire. Inserisci anche degli elementi differenzianti e/o delle informazioni extra-professionali e, infine, condisci il tutto con foto/video/link che possono essere utili per raccontare la tua professionalità.

Gestisci la tua presenza su LinkedIn

Ora che sei presente, sii attivo!

·        Fai like alle cose che senti di consigliare

·        Commenta cercando sempre di aggiungere valore

·        Condividi i post che trovi interessanti, ma esprimi sempre una tua opinione.

Crea contenuti di qualità

Creare dei contenuti originali è sicuramente un’ottima mossa per migliorare la tua presenza sul social. Nel farlo: presta attenzione alla qualità.

Alcuni consigli pratici:

•        Stile di scrittura: scrivi per paragrafi, utilizza punti elenco ed emoticons

•        Sii sintetico

•        Tagga le persone che hanno contribuito al post

•        Utilizza foto o video

•        Utilizza gli hashtag per raggiungere persone fuori dal tuo network

Struttura il tuo network professionale

Da offline a online (e viceversa):  “trasforma” un incontro offline in un contatto LinkedIn

Quality over quantity: non conta solo la quantità ma, soprattutto, la qualità delle relazioni

Interagisci: commentare e suggerire sono degli ottimi modi per interagire con i contatti

Personalizza: non inviare richieste anonime, personalizza l’invito con il motivo per cui stai chiedendo il contatto.

 

Restiamo in contatto: Francesca Potena, Pietro Rendina e Leonardo Cunico

Rimani aggiornato sulla Lidl Life su LinkedIn: Lidl Italia