Lidl presenta “Lidl per l’Italia”

Lidl presenta “Lidl per l’Italia” image
LIDL Italia logo
Pubblicato il 19 Agosto

LIDL Italia

Investimenti immobiliari, creazione di nuovi posti di lavoro e valorizzazione della filiera agroalimentare italiana; questi sono i 3 pilastri su cui si basa il piano aziendale “Lidl per l’Italia”.

Presentato ad inizio luglio, in occasione dell’inaugurazione del nuovo punto vendita di Milano in via delle Forze Armate, il piano aziendale prevede investimenti per un valore di oltre 400 milioni di Euro, l’apertura di 50 nuovi punti vendita e più di 2000 assunzioni. Numeri importanti che confermano l’impegno di Lidl in Italia e danno un forte segnale di rilancio dopo i difficili mesi di lockdown.

Siamo consapevoli del nostro ruolo nella società e desideriamo esserne parte attiva, con grande attenzione al territorio e alla comunità: intendiamo offrire il nostro contributo non solo attraverso il lavoro quotidiano, ma anche mediante iniziative concrete e radicate nel territorio, per essere ancora più vicini alle persone con cui quotidianamente entriamo in contatto.

Massimiliano Silvestri, Presidente di Lidl Italia ha commentato: “Lidl per L’Italia nasce dalla nostra determinazione nel guardare al futuro con positività e ottimismo. Nei mesi scorsi abbiamo sentito parlare tante volte di ripartenza, rilancio e fiducia. Si tratta di concetti che assumono oggi più che mai un significato importante non solo per il comparto della Grande Distribuzione Organizzata, ma per tutta l’economia italiana. Oggi vogliamo condividere la nostra visione di futuro, che esprimiamo attraverso i tre pilastri alla base di questo piano: occupazione, investimenti e sostegno alla filiera del Made in Italy. Come Lidl continueremo a puntare sulle eccellenze del nostro Paese per valorizzarle sia in Italia che all’estero contribuendo ad un’importante fetta dell’export dei prodotti nostrani”.

Approfondiamo insieme i 3 pilastri del piano Lidl per l’Italia:

Investimenti immobiliari

Per il comparto immobiliare sono previsti investimenti per un valore superiore a 400 milioni di Euro. Questo non significa “solo” l’apertura di 50 nuovi punti vendita entro l’anno fiscale, ma anche diversi interventi di restyling della rete esistente e importanti investimenti in logistica.

Dal 4 maggio scorso, data di riapertura dei cantieri, sono subito ripartite le aperture con i nuovi punti vendita di Milano in via delle Forze Armate, Ancona e Osio Sotto (BG) solo per citarne alcuni.

Occupazione sul territorio:

Nel corso del 2020 sono previste oltre 2.000 assunzioni a livello nazionale. Un trend di crescita che l’azienda mantiene costante da tempo e che verrà confermato anche nel corso di un anno in cui l’impatto del Covid-19 si farà sentire su tutta l’economia italiana e internazionale. Ad oggi il team di Lidl in Italia è composto da oltre 16.500 collaboratori per oltre 650 punti vendita e 10 piattaforme logistiche.

Valorizzazione della filiera agroalimentare italiana:

L’italianità continuerà a rappresentare uno dei pilastri imprescindibili della strategia aziendale. L’80% di quello che i clienti Lidl trovano in assortimento è prodotto in Italia. Rimarrà centrale il ruolo delle piccole e medie imprese alimentari, che sono la spina dorsale del sistema economico del Paese e che negli ultimi anni sono cresciute insieme a Lidl. Infine continuerà ad essere fondamentale il valore dell’export: essendo operativa in 29 Paesi con oltre 10.800 punti vendita e circa 287.000 dipendenti, Lidl riesce ad esportare la tradizione enogastronomica italiana in giro per il mondo. Nel 2019 l’azienda ha esportato prodotti italiani per un valore superiore a 1,6 miliardi di Euro. Di questi, oltre 420 milioni di Euro sono generati dall’ortofrutta, acquistata da produttori italiani e venduta in tutti i supermercati Lidl nel mondo; in altri termini, da sola Lidl esporta circa il 9% del valore totale di export di frutta e verdura italiana a livello globale.