Pubblicato il 10 Feb 2021
Pubblicato il 10 Feb 2021
Tutored incontra Chiara, Junior Talent Acquisition and Learning & Development Specialist in Haier Europe

Tutored incontra Chiara, Junior Talent Acquisition and Learning & Development Specialist in Haier Europe


Quali sono i principali ruoli nel mondo delle Risorse Umane? Quali sono le differenze tra un HR Generalist e un HR Specialist? Quali sono i primi passi da intraprendere per lavorare in questo ambito? Risponde a queste e tante altre domande Chiara Zaniolo Junior Talent Acquisition and Learning & Development Specialist in Haier Europe.

Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.

In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?

Ho studiato all’Università Bicocca di Milano. Inizialmente ho scelto di intraprendere il percorso triennale di Scienze e Tecniche Psicologiche, il quale mi ha permesso di avere una overview del mondo ‘’Psicologia’’. Durante questi anni ho svolto esami di psicologia clinica, dello sviluppo, del lavoro, sociale etc potendomi innamorare del ramo ‘’Lavoro e Organizzazioni’’, un esame del 2 anno. Da lì ho deciso che mi sarei specializzata in quel settore, così ho proseguito la mia carriera universitaria ottenendo una laurea magistrale in Psicologia dei Processi Sociali, Decisionali e dei Comportamenti Economici, sempre in Bicocca.  

 

Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera?

Sicuramente, vista la grossa mole di teoria che si apprende all’università, quello di cui avevo bisogno era toccare con mano il mondo del lavoro e capire se HR fosse davvero la strada giusta per me. Così, all’inizio del 2° anno di magistrale ho deciso di iniziare uno stage di qualche mese presso una concessionaria BMW (AutoVanti), avendo poi la fortuna di fermarmi per un anno intero. In quel contesto ho avuto la possibilità di scoprire il ruolo di HR Generalist, occupandomi di Ricerca e Selezione, Amministrazione del Personale, Organizzazione, Employer Branding e Formazione.

È stato un percorso davvero utile perché mi ha dato una visione generale di che temi si trattino effettivamente in HR, oltre a formarmi lato soft skills e ospitarmi come “ricercatrice” per la mia tesi di laurea.

Credo che questa esperienza sia stata di slancio per la mia carriera: oltre ad avermi inserita nel mondo HR mi ha anche permesso di imparare a relazionarmi con il prossimo, con interlocutori che non fossero miei pari, gestire lo stress e le scadenze…tutte skills utili a rendere il mio profilo più tondo.  

 

Oggi lavori in Haier Europe: puoi raccontarci di questa interessante realtà?

Haier Europe nasce dall’acquisizione di Candy da parte del gruppo Haier, n. 1 al mondo nel settore Home Appliances, con circa 100.000 dipendenti.

Ad oggi è HQ europeo del gruppo; ha sede a Brugherio (MB) ed ospita circa 1100 risorse, tra white collar e blue collar. Comprende brands come Candy, Hoover, Haier, Rosières, GE Appliances e Fisher & Paykel. 

Descriverei Haier Europe come una realtà molto stimolante, veloce e in forte crescita, che mira a crearsi un’identità forte andando alla ricerca di talenti che rispecchino delle caratteristiche ben precise.

Chi cerca? Cerca risorse disposte ad uscire dalla comfort zone per puntare in alto, che si prendano dei rischi, che siano proattive, imprenditrici di se stesse, orientate alla collaborazione e all’innovazione e che mirino alla ‘’zero distance’’ dal cliente e dalle persone. L’acquisizione, avvenuta nel gennaio 2019, inizia a sentirsi culturalmente adesso: la Cina ci sta passando un concetto particolare che è quello del Rendanheyi, oltre a definire l’importanza del mondo IoT. 

 

Di cosa ti occupi in qualità di Junior Talent Acquisition and Learning & Development Specialist in Haier Europe?

In Haier Europe lavoro all’interno del team Talent Acquisition occupandomi di Recruiting ed Employer Branding. Cosa vuol dire? Il mio ruolo consiste nel selezionare, intervistare ed inserire talenti in azienda, accompagnandoli in una esperienza professionale durante tutto il loro percorso. Inoltre, fa parte del mio ruolo creare e nutrire un legame con le università o con enti che possano aiutare nell’attrarre risorse, così come divulgare il nome dell’azienda, la sua mission e i suoi valori. Durante l’anno partecipo a vari eventi, quali Recruiting Day, Career Day etc. rendendomi promotrice dei nostri brands e allargando il network dell’azienda. 

Con l’inizio del nuovo anno sto ampliando il mio ruolo toccando temi legati a Learning & Development. Nello specifico ad oggi mi sto occupando di supportare una collega nell’implementazione di un Learning Management System e anche di formazione finanziata, ma prevedo per il futuro tanti nuovi progetti stimolanti.

 

Nel corso della tua carriera, hai lavorato prima come HR Generalist, successivamente come HR Specialist e oggi come Talent Acquisition and Learning & Development: puoi raccontarci le principali differenze tra questi ruoli? Per quale ruolo ci sono più opportunità secondo te per un neolaureato?

Questa è una domanda difficile. Il mondo HR ad oggi è ancora molto poco conosciuto, almeno in Italia. Cercherò di dare una overview di quello che è il dipartimento Risorse Umane e ovviamente resto disponibile per chiarimenti/approfondimenti se qualcuno fosse interessato.

Prima di approfondire i vari ruoli che ho avuto modo di ricoprire negli ultimi anni è utile definire le due macrocategorie di cui il mondo HR si compone: i Centri di Competenza (meglio conosciuti come CoE) e gli HR Business Partner (HRBP).

1. Centri di Competenza: si occupano di una (o poche più) attività delle quali hanno una conoscenza tecnica profonda e lo fanno trasversalmente per tutta la popolazione aziendale.

2. Gli HR Business Partner: anche conosciuti come HR Generalist, se Junior, si occupano di gestire una popolazione di riferimento per tutte le tematiche proprie del mondo HR.

Quindi, se gli HRBP hanno una visione completa e trasversale di tutti i processi HR, senza però avere una conoscenza approfondita dei singoli, i Centri di Competenza lavorano su un determinato processo conoscendolo a fondo.

È importantissima la collaborazione tra i due in quanto l’HRBP aiuta il Centro di Competenza a comprendere le esigenze di Business necessarie per disegnare al meglio i processi HR e il Centro di Competenza aiuta l’HRBP nell’erogare il servizio/processo di riferimento (es. processo di Talent Acquisition). 

Prima di chiudere questo cappello introduttivo, per farvi capire meglio chi sono i Centri di Competenza ve ne cito alcuni come esempi: Talent Acquisition, Learning & Development, Cost Controlling, Industrial Relations, Internal Mobility, Compensation & Benefits, Organization, Diversity & Inclusion etc.

 

Vediamo nello specifico i ruoli che ho avuto il piacere di ricoprire nella mia breve carriera: 

- HR Generalist: un ruolo ‘’tondo’’ che permette di approcciarsi a vari temi HR (selezione, formazione, organizzazione, gestione delle risorse etc). Un ruolo da generalista è utile all’inizio di una carriera per scoprire quale ambito HR ci piace di più. Come dicevo prima, un HR Generalist cresciuto diventa un HR Business Partner. 

- HR Specialist: nella mia esperienza specifica questo ruolo mi ha legata alla gestione degli internships. Normalmente, quando leggiamo HR Specialist, è quasi certo che la figura si occupi di selezione, anche se non è un Job Title chiaro ed esaustivo. Nel mio caso era utile a definire la gestione di un’attività HR per tutta la popolazione aziendale. 

- Talent Acquisition Specialist: qui occorre evidenziare la differenza tra questo ruolo e quello di Recruiting. Mentre il Recruiter si occupa di soddisfare una necessità contingente, nel Talent Acquisition la strategia d’azione mira ad attrarre con regolarità risorse verso l’azienda e questa fase di attraction ha successo se si implementano strategie di Employer Branding, nutrendole nel tempo.

- Learning & Development Specialist: la figura HR in questo caso si occupa di gestire la formazione e lo ‘’sviluppo’ delle risorse in azienda. Formazione che è sia tecnica, quindi legata ad esigenze di business e di ruolo, sia di tipo manageriale, quindi legata al potenziamento di soft skills. Lo sviluppo, invece, è legato all’incremento di piani carriera, attività di gestione dei talenti etc.

 

Il mondo HR è tanto complesso quanto affascinante. Ci sarebbe molto da dire, ma passiamo alla seconda domanda: il ruolo dove ci sono più possibilità credo sia quello dedicato alla ricerca e selezione del personale. E’ un ruolo che si presta molto per chi è alle prime armi, poiché permette di conoscere a fondo l’organizzazione, ovvero la struttura e le sue persone. 

 

Nella nostra community di oltre 500.000 utenti ci sono molto studenti e giovani laureati che vorrebbero lavorare nel mondo HR: un consiglio che daresti a chi vorrebbe seguire la tua strada?

Sarò sintetica e dritta al punto. Mi sento di passare 3 semplici tips:

1)     L’esperienza di lavoro durante gli studi è l’arma “vincente” o comunque una strada giusta. Vi permette di crearvi un profilo più articolato e di scavalcare la concorrenza (che in HR, e non solo, è spietata).

2)     Linkedin: essere presenti ed esserlo nel modo giusto. Curare e aggiornare il profilo, oltre che sbirciare le offerte di lavoro, seguire le aziende di interesse e farsi notare. Partecipare a webinar dedicati alla stesura di un CV, a tips sulla gestione di un colloquio etc.

3)     Allenare la lingua inglese con esperienze all’estero o corsi mirati.

 

Infine vorrei ricordare alla community che l’università, il voto di laurea, le certificazioni possono aiutare, ma la vera differenza nel mondo del lavoro la fa sempre la persona!

Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazie a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.

Quali sono i principali ruoli nel mondo delle Risorse Umane? Quali sono le differenze tra un HR Generalist e un HR Specialist? Quali sono i primi passi da intraprendere per lavorare in questo ambito? Risponde a queste e tante altre domande Chiara Zaniolo Junior Talent Acquisition and Learning & Development Specialist in Haier Europe.

Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.

In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?

Ho studiato all’Università Bicocca di Milano. Inizialmente ho scelto di intraprendere il percorso triennale di Scienze e Tecniche Psicologiche, il quale mi ha permesso di avere una overview del mondo ‘’Psicologia’’. Durante questi anni ho svolto esami di psicologia clinica, dello sviluppo, del lavoro, sociale etc potendomi innamorare del ramo ‘’Lavoro e Organizzazioni’’, un esame del 2 anno. Da lì ho deciso che mi sarei specializzata in quel settore, così ho proseguito la mia carriera universitaria ottenendo una laurea magistrale in Psicologia dei Processi Sociali, Decisionali e dei Comportamenti Economici, sempre in Bicocca.  

 

Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera?

Sicuramente, vista la grossa mole di teoria che si apprende all’università, quello di cui avevo bisogno era toccare con mano il mondo del lavoro e capire se HR fosse davvero la strada giusta per me. Così, all’inizio del 2° anno di magistrale ho deciso di iniziare uno stage di qualche mese presso una concessionaria BMW (AutoVanti), avendo poi la fortuna di fermarmi per un anno intero. In quel contesto ho avuto la possibilità di scoprire il ruolo di HR Generalist, occupandomi di Ricerca e Selezione, Amministrazione del Personale, Organizzazione, Employer Branding e Formazione.

È stato un percorso davvero utile perché mi ha dato una visione generale di che temi si trattino effettivamente in HR, oltre a formarmi lato soft skills e ospitarmi come “ricercatrice” per la mia tesi di laurea.

Credo che questa esperienza sia stata di slancio per la mia carriera: oltre ad avermi inserita nel mondo HR mi ha anche permesso di imparare a relazionarmi con il prossimo, con interlocutori che non fossero miei pari, gestire lo stress e le scadenze…tutte skills utili a rendere il mio profilo più tondo.  

 

Oggi lavori in Haier Europe: puoi raccontarci di questa interessante realtà?

Haier Europe nasce dall’acquisizione di Candy da parte del gruppo Haier, n. 1 al mondo nel settore Home Appliances, con circa 100.000 dipendenti.

Ad oggi è HQ europeo del gruppo; ha sede a Brugherio (MB) ed ospita circa 1100 risorse, tra white collar e blue collar. Comprende brands come Candy, Hoover, Haier, Rosières, GE Appliances e Fisher & Paykel. 

Descriverei Haier Europe come una realtà molto stimolante, veloce e in forte crescita, che mira a crearsi un’identità forte andando alla ricerca di talenti che rispecchino delle caratteristiche ben precise.

Chi cerca? Cerca risorse disposte ad uscire dalla comfort zone per puntare in alto, che si prendano dei rischi, che siano proattive, imprenditrici di se stesse, orientate alla collaborazione e all’innovazione e che mirino alla ‘’zero distance’’ dal cliente e dalle persone. L’acquisizione, avvenuta nel gennaio 2019, inizia a sentirsi culturalmente adesso: la Cina ci sta passando un concetto particolare che è quello del Rendanheyi, oltre a definire l’importanza del mondo IoT. 

 

Di cosa ti occupi in qualità di Junior Talent Acquisition and Learning & Development Specialist in Haier Europe?

In Haier Europe lavoro all’interno del team Talent Acquisition occupandomi di Recruiting ed Employer Branding. Cosa vuol dire? Il mio ruolo consiste nel selezionare, intervistare ed inserire talenti in azienda, accompagnandoli in una esperienza professionale durante tutto il loro percorso. Inoltre, fa parte del mio ruolo creare e nutrire un legame con le università o con enti che possano aiutare nell’attrarre risorse, così come divulgare il nome dell’azienda, la sua mission e i suoi valori. Durante l’anno partecipo a vari eventi, quali Recruiting Day, Career Day etc. rendendomi promotrice dei nostri brands e allargando il network dell’azienda. 

Con l’inizio del nuovo anno sto ampliando il mio ruolo toccando temi legati a Learning & Development. Nello specifico ad oggi mi sto occupando di supportare una collega nell’implementazione di un Learning Management System e anche di formazione finanziata, ma prevedo per il futuro tanti nuovi progetti stimolanti.

 

Nel corso della tua carriera, hai lavorato prima come HR Generalist, successivamente come HR Specialist e oggi come Talent Acquisition and Learning & Development: puoi raccontarci le principali differenze tra questi ruoli? Per quale ruolo ci sono più opportunità secondo te per un neolaureato?

Questa è una domanda difficile. Il mondo HR ad oggi è ancora molto poco conosciuto, almeno in Italia. Cercherò di dare una overview di quello che è il dipartimento Risorse Umane e ovviamente resto disponibile per chiarimenti/approfondimenti se qualcuno fosse interessato.

Prima di approfondire i vari ruoli che ho avuto modo di ricoprire negli ultimi anni è utile definire le due macrocategorie di cui il mondo HR si compone: i Centri di Competenza (meglio conosciuti come CoE) e gli HR Business Partner (HRBP).

1. Centri di Competenza: si occupano di una (o poche più) attività delle quali hanno una conoscenza tecnica profonda e lo fanno trasversalmente per tutta la popolazione aziendale.

2. Gli HR Business Partner: anche conosciuti come HR Generalist, se Junior, si occupano di gestire una popolazione di riferimento per tutte le tematiche proprie del mondo HR.

Quindi, se gli HRBP hanno una visione completa e trasversale di tutti i processi HR, senza però avere una conoscenza approfondita dei singoli, i Centri di Competenza lavorano su un determinato processo conoscendolo a fondo.

È importantissima la collaborazione tra i due in quanto l’HRBP aiuta il Centro di Competenza a comprendere le esigenze di Business necessarie per disegnare al meglio i processi HR e il Centro di Competenza aiuta l’HRBP nell’erogare il servizio/processo di riferimento (es. processo di Talent Acquisition). 

Prima di chiudere questo cappello introduttivo, per farvi capire meglio chi sono i Centri di Competenza ve ne cito alcuni come esempi: Talent Acquisition, Learning & Development, Cost Controlling, Industrial Relations, Internal Mobility, Compensation & Benefits, Organization, Diversity & Inclusion etc.

 

Vediamo nello specifico i ruoli che ho avuto il piacere di ricoprire nella mia breve carriera: 

- HR Generalist: un ruolo ‘’tondo’’ che permette di approcciarsi a vari temi HR (selezione, formazione, organizzazione, gestione delle risorse etc). Un ruolo da generalista è utile all’inizio di una carriera per scoprire quale ambito HR ci piace di più. Come dicevo prima, un HR Generalist cresciuto diventa un HR Business Partner. 

- HR Specialist: nella mia esperienza specifica questo ruolo mi ha legata alla gestione degli internships. Normalmente, quando leggiamo HR Specialist, è quasi certo che la figura si occupi di selezione, anche se non è un Job Title chiaro ed esaustivo. Nel mio caso era utile a definire la gestione di un’attività HR per tutta la popolazione aziendale. 

- Talent Acquisition Specialist: qui occorre evidenziare la differenza tra questo ruolo e quello di Recruiting. Mentre il Recruiter si occupa di soddisfare una necessità contingente, nel Talent Acquisition la strategia d’azione mira ad attrarre con regolarità risorse verso l’azienda e questa fase di attraction ha successo se si implementano strategie di Employer Branding, nutrendole nel tempo.

- Learning & Development Specialist: la figura HR in questo caso si occupa di gestire la formazione e lo ‘’sviluppo’ delle risorse in azienda. Formazione che è sia tecnica, quindi legata ad esigenze di business e di ruolo, sia di tipo manageriale, quindi legata al potenziamento di soft skills. Lo sviluppo, invece, è legato all’incremento di piani carriera, attività di gestione dei talenti etc.

 

Il mondo HR è tanto complesso quanto affascinante. Ci sarebbe molto da dire, ma passiamo alla seconda domanda: il ruolo dove ci sono più possibilità credo sia quello dedicato alla ricerca e selezione del personale. E’ un ruolo che si presta molto per chi è alle prime armi, poiché permette di conoscere a fondo l’organizzazione, ovvero la struttura e le sue persone. 

 

Nella nostra community di oltre 500.000 utenti ci sono molto studenti e giovani laureati che vorrebbero lavorare nel mondo HR: un consiglio che daresti a chi vorrebbe seguire la tua strada?

Sarò sintetica e dritta al punto. Mi sento di passare 3 semplici tips:

1)     L’esperienza di lavoro durante gli studi è l’arma “vincente” o comunque una strada giusta. Vi permette di crearvi un profilo più articolato e di scavalcare la concorrenza (che in HR, e non solo, è spietata).

2)     Linkedin: essere presenti ed esserlo nel modo giusto. Curare e aggiornare il profilo, oltre che sbirciare le offerte di lavoro, seguire le aziende di interesse e farsi notare. Partecipare a webinar dedicati alla stesura di un CV, a tips sulla gestione di un colloquio etc.

3)     Allenare la lingua inglese con esperienze all’estero o corsi mirati.

 

Infine vorrei ricordare alla community che l’università, il voto di laurea, le certificazioni possono aiutare, ma la vera differenza nel mondo del lavoro la fa sempre la persona!

Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazie a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.