Come studiare velocemente all'università?

Come studiare velocemente all'università? image Come studiare velocemente all'università?
Pubblicato 8 Maggio

Come studiare velocemente, bene e in modo efficace?


Sapere come studiare all'università in modo da perdere poco tempo e andare bene agli esami è possibile! Gli esami all’università sono tanti. Si sa che spesso la necessità di laurearsi in corso spinge ad accelerare i tempi preme. Una soluzione per studiare velocemente efficacemente quando il tempo è poco, c'è.


Verso la soluzione su come studiare velocemente

Innanzitutto, bisogna aumentare la qualità delle ore di studio. Per cui, quando siamo di fronte ai libri, via qualsiasi tipo di distrazione. Potrebbe aiutare anche cambiare spesso il luogo dello studio.

Quando decidiamo che con lo studio giornaliero può bastare, è importante fare una piccola pausa di 10 minuti e subito dopo ripassare mentalmente le nozioni apprese durante il giorno. Quest’operazione ci aiuterà a fare un primo ripasso già dal momento in cui si dovrebbe ancora essere nella fase di apprendimento: la confusione su ciò che si è riusciti a studiare in quel giorno diminuirà!

Infine, bisognerà organizzare il ripasso finale: l’importante è ripetere nei tempi giusti ed il numero di volte sufficiente, senza perdere altro tempo. Se avrete seguito il terzo consiglio, sarete già un passo avanti; successivamente, provate a ripetere le nozioni apprese in due soli momenti: una settimana prima dell’esame e 3 giorni prima.

Sarà fondamentale per riportare alla luce nella mente i concetti chiave, proprio quando il nostro cervello cominciava a dimenticare tutti i dettagli. Il giorno prima, invece, dedicatevi ad approfondire e sviscerare al meglio i concetti che pensate di conoscere ancora superficialmente.


Come studiare velocemente?  La tecnica del pomodoro


Ecco a te la "Tecnica del pomodoro", ideata da un ragazzo nella tua stessa situazione, stufo di credere di aver buttato solo tempo e non riuscire ad essere abbastanza produttivo.

Questa tecnica prende l'idea da un semplice timer a forma di pomodoro, quelli che solitamente si utilizzano in cucina. Segui attentamente i passi che ti suggeriamo:

- Imposta il timer su 10 minuti, come prima volta

- Elimina ogni possibile distrazione e comincia a studiare

Se al primo tentativo falllisci non preoccuparti, è normale. Continua a provare finché non raggiungi l'obiettivo.


Passiamo alle fasi successive

Ora imposta il Timer a 25 minuti. Questo é il tempo scientificamente testato per cui un individuo riesce a rimanere concentrato senza eccedere con lo sforzo.

Tranquillo di nuovo, anche qui le prime volte fallirai. Ma è solo questione di allenamento e vedrai che i risultati arriveranno. Ti sarà concessa una pausa di 10 minuti ogni 25 minuti di studio. Ma non cadere nella trappola degli "ancora 2 minuti e poi ricomincio!"

Una volta arrivato al quarto ciclo di studio, allunga la pausa a 15 minuti. Te lo sei meritato!

Quando senti che la soglia di distrazione sta prendendo il sopravvento, scrivi su un foglio quello che vorresti fare in quel preciso momento, per esempio aggiornare la posta elettronica. Questo metodo farà indebolire il tuo stimolo di distrazione.


Tutored è il punto di incontro tra studenti, neolaureati e aziende. Entra nella community di tutored per esplorare tutte le opportunità di stage, lavoro e graduate program in linea con i tuoi studi, leggere i consigli dei recruiter delle aziende attive su tutored per prepararti al meglio al tuo prossimo colloquio. 

Le opportunità di carriera più popolari su tutored
Vedi tutti
Vedi tutti