Tutored incontra Federico, Data Driven Employer Branding & Social Media Analyst in Unilever

Federico, Data Driven Employer Branding & Social Media Analyst in Unilever image Federico, Data Driven Employer Branding & Social Media Analyst in Unilever
Pubblicato 4 Dicembre 2020

Dalla Psicologia al Management: il percorso accademico e professionale di Federico


Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.


In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?


Ho iniziato il mio percorso di studi all’Università Pontificia Salesiana di Roma laureandomi in Psicologia e Scienze dell’Educazione, focalizzandomi sulla Psicologia Sociale, attraverso esami a scelta, seminari e progetti. Questo mi ha dato la possibilità di scegliere come argomento di Tesi Il processo Decisionale, affrontandolo sia in ambito Psicosociale che Cognitivo e Neurobiologico. 


Dopo una laurea in Psicologia, adesso stai svolgendo un master presso l'ESCP Europe in Management: come mai queste scelta? Sicuramente gli esami saranno molto diversi da quelli che hai fatto in triennale: come stai affrontando questo cambio radicale di argomenti?


L’ESCP Business School è stata una scelta meditata nel tempo. Aver avuto un’esperienza aziendale in una realtà come Unilever mi ha permesso di comprendere come poter sviluppare le mie capacità e quali fossero le lacune su cui concentrarmi - specialmente le cosiddette quantitative hard skills.

Penso che il Master in Management dell’ESCP sia il percorso accademico che mi darà la possibilità di riempire tali lacune ed esaltare il bagaglio ricevuto da un background in Psicologia. 


Quale attività extra-universitaria pensi sia davvero importante svolgere durante il percorso di studi?

Credo che la quotidianità di uno studente debba andare oltre lo studio. La mia vita extra-universitaria si è divisa nel corso degli anni tra sport ed il volontariato. Questi due elementi, nel mio caso Karate e Protezione Civile, possono davvero aiutare a conoscere i propri punti di forza così come le debolezze. Ciò che sono oggi lo devo a questa disciplina giapponese che ho praticato fin dai 6 anni ed alla praticata del volontariato.

Penso che trovare uno sport che sia una valvola di sfogo ed allo stesso tempo stimoli la propria determinazione a migliorare sia fondamentale. Il volontariato d’altra parte dà la possibilità di essere a contatto con persone bisognose di aiuto che possono insegnare tanto, sia dal punto di vista umano che pratico.

La breve ma incredibile esperienza nei luoghi terremotati come volontario, ad esempio, ha generato in me spirito di iniziativa ed un’attitudine al problem solving più pratica di quanto avessi mai creduto.


Prima di iniziare il master, hai lavorato in Unilever: come ci sei arrivato e come si sono svolte le selezioni?


Ho avuto modo di entrare in Unilever come Jr In-Store account tramite un job post trovato su LinkedIn cui ho applicato inviando CV e Cover Letter. Dopo un colloquio conoscitivo telefonico sono stato ricontattato dal Talent Acquisition Specialist di riferimento per un colloquio in sede con l’Hiring Manager - in quel caso il responsabile delle Vendite del Nord. 

Il processo è durato circa un mese. 


Di cosa ti sei occupato in Unilever prima come Junior In-Store Account e successivamente come Data Driven Employer Branding & Social Media Analyst?

La figura dell’Instore Account in Unilever è davvero variegata. Entrando nella forza vendite si ha la possibilità di conoscere i prodotti ed i famosissimi brand di Unilever da vicino. Il focus della posizione lavorativa è quello di essere gli occhi e le orecchie della company. Il lavoro varia dalla negoziazione in loco degli spazi promozionali adibiti ai prodotti Unilever fino alla verifica degli assortimenti e delle referenze a scaffale all’interno dei Punti vendita: davvero sfidante.

Nella secondo ruolo ho avuto la possibilità di seguire i canali Social di Unilever Careers ed i progetti di Employer Branding in sinergia con il Global EB Team ed assistere nelle prime fasi di recruiting il team di Talent Acquisition.


Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?


Tra i punti a favore di un Master in Management, in modo particolare in ESCP, si ha la possibilità di conoscere differenti segmenti di Business e specializzarsi in due di essi. L’obiettivo che desidero più ardentemente è quello di matchare le competenze economiche e di business - specialmente dal punto di vista quantitativo - con la predisposizione alla relazione ed al dialogo derivante dalla psicologia.

Per questo ho intenzione di specializzarmi accademicamente nei prossimi due anni in ambito Marketing e nella Consulenza strategica, cercando di esaltare da un lato la comprensione dell’essere umano in quanto Consumatore e dall’altro sfruttare il rapporto umano e gli strumenti di dialogo con i clienti dei progetti. 


Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazia a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.