Tutored incontra Federico, HR Business Partner Intern in Pirelli

Federico, HR Business Partner Intern in Pirelli image Federico, HR Business Partner Intern in Pirelli
Pubblicato 24 Settembre

Dopo la specializzazione in Lavoro e Gestione d'Impresa, Federico Vallese ha iniziato la sua carriera professionale nel settore delle Risorse Umane.


Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, gli utenti possono scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studio, partecipare a challenge e webinar formativi, esplorare le aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. 

All’interno della piattaforma, ci piace raccontare le storie di giovani talenti che hanno fatto un percorso di studio brillante e oggi lavorano presso importanti realtà. 


In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?


A Ottobre 2014 ho iniziato il mio percorso di studi in Università Cattolica di Milano, dove mi sono poi laureato nel 2017 in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Dopo qualche giorno dalla laurea ho iniziato la magistrale in Lavoro e Direzione d’Impresa sempre presso l’UCSC di Milano, che ho completato a Dicembre 2019. 


Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera? Un consiglio che daresti a chi sta studiando in questo momento? 
 


Ci sono due attività che ritengo essere state fondamentali per la mia carriera. La prima è l’aver lavorato part time per 5 anni come cameriere/barista. Questa attività, oltre a permettermi di rendermi autonomo economicamente, mi ha anche fatto crescere molto da un punto di vista relazionale.

La seconda attività fondamentale per la mia carriera è stata l’aver svolto molte attività di volontariato presso una Onlus di Lissone (MB). 

Se dovessi dare un consiglio a chi sta studiando direi che è fondamentale fare esperienze che ti sfidino a cambiare te stesso e le tue abitudini, anche quando farle è “la scelta più difficile”. Una persona che è abituata a mettersi in gioco e in dubbio è spesso anche quella che impara di più dagli errori.

 

Oggi lavori in Pirelli: come ci sei arrivato e come si sono svolte le selezioni? 



Sono entrato in Pirelli a Ottobre 2019, dopo aver svolto uno stage a Torino presso una product company del gruppo Atlas Copco. Sono stato contattato dal Talent Acquisition di Pirelli dopo essermi candidato tramite Job Posting dal loro sito “Carriere”.

Il percorso di selezione è stato uno tra i più sfidanti a cui ho partecipato fino ad ora, e si compone di 3 step. Il primo è un’intervista telefonica per approfondire esperienze fatte in
precedenza e il livello di inglese. Il secondo step consiste in assessment di gruppo (circa
7-8 persone), in cui vengono valutate capacità relazionali e di ragionamento. Il terzo e
ultimo step consiste in un colloquio individuale con i recruiter e i responsabili della linea a
cui lo stagista riporterà (nel mio caso HR Technical Operations ed HR Staff function).

All’indomani del processo di selezione sono stato contattato e ho ricevuto riscontro positivo.


Di cosa ti occupi in qualità di HR Business Partner Intern in Pirelli?


Il ruolo di HR Business Partner può essere definito come quella funzione dell’HR che si occupa di supportare una determinata linea di business su tutte le tematiche legate al mondo Risorse Umane. L’attività core che svolgo in qualità di HR Business Partner Intern è quella di supportare nella gestione della “intern life cycle” all’interno delle Technical Operations (ovvero Manufacturing, Purchasing, Supply Chain), il che vuol dire partecipare al processo di selezione, collaborare con la linea per selezionare il profilo migliore per la posizione, gestire tutta la parte amministrativa di ogni attivazione e gestire il primo ingresso in azienda.

Tutta questa attività legata alla gestione degli stagisti occupa circa il 30% delle mie giornate. Il tempo restante si distribuisce tra operatività, meeting con la linea sui vari
processi HR (recruiting, job rotations, performance management etc...) e la costruzione di reportistica per il Business Partner delle Technical Operations. Durante il COVID è stata molto forte questa ultima parte di reportistica, necessaria per la gestione dell’emergenza in coordinamento con le altre funzioni.

Da inizio Settembre ho poi avuto la possibilità di approfondire le mie conoscenze
passando dalle Technical Operations a supporto dell’HR BP della funzione Research and
Development.


Nella nostra community di oltre 500.000 utenti ci sono molto studenti e giovani laureati che vorrebbero lavorare nel mondo HR: un consiglio che daresti a chi vorrebbe seguire la tua strada?


Per tutti coloro che un domani volessero svolgere un ruolo da “generalista” il mio consiglio è di essere quanto più possibile numerici e pragmatici. Molti pensano che HR sia una funzione che svolge attività più qualitative che quantitative, ma in realtà sono due elementi egualmente presenti in questo ruolo.

Ogni laureando che punta a fare il Business Partner/Generalist dovrebbe essere consapevole del fatto che numeri e precisione sono fondamentali per la gestione delle attività lato HR e per risultare accountable nel confrontarsi con la linea.


Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazia a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.

Scienze Politiche: stage e lavoro per giovani laureati
Vedi tutti
Vedi tutti