Pubblicato il 28 Apr 2021
Pubblicato il 28 Apr 2021
Tutored incontra Francesco, Trade Marketing Specialist in Johnson & Johnson

Tutored incontra Francesco, Trade Marketing Specialist in Johnson & Johnson


Dopo il percorso magistrale in Economia Aziendale Ambientale e Impresa Sostenibile presso l'Università di Roma 3, Francesco è diventato Trade Marketing Specialist in Johnson & Johnson.

In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?


Ho frequentato l'Università di Roma 3, percorso triennale in "Gestione delle imprese" e percorso magistrale "economia aziendale ambientale e impresa sostenibile"
Durante gli studi magistrali ho voluto fare due esperienze di studio all'estero. Un semestre Erasmus ad Odense, Danimarca frequentando un corso incentrato su "International Sales e Marketing" e successivamente un estate a Copenaghen nel programma ISUP (international summer university program) studiando in due corsi "Management of multinational enterprises" e "Organizational behavior".
La meta Danimarca é stata una scelta studiata per via del percorso di studi magistrale incentrato sulla sostenibilità. 


Quanto è importante, secondo te, svolgere un'esperienza di studio o lavorativa all'estero?

La mia esperienza é stata solo di studio e la descrivere semplicemente come una vera svolta nella carriera accademica. Raccomanderei a tutti di fare un'esperienza all'estero, in particolare di andare fuori Europa o nei paesi europei più diversi dall'Italia. Noi italiani siamo molto "caserecci" rispetto ad altre culture anche vicine a noi ed è impressionante quanto vivere da soli in un altro paese migliori la nostra prospettiva di tutto.

Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera?

Qua calzerebbe benissimo la frase ad effetto: tutte e nessuna. Ma mi spiego meglio.. Non c'è stata una attivita particolare per cui mi sono portato a casa un bagaglio più prezioso di altre, la cosa davvero importante é stata partecipare a diversi corsi, competizioni ed eventi etc, questo infatti mi ha permesso di conoscere persone vincenti e motivate che mi hanno ispirato e anche di mantenere la mente impegnata e sempre attiva. E' importante staccarsi ogni tanto dalla routine lezioni-studio-esami per mettere in pratica subito quello che si sta apprendendo. Gli hackaton, i business game sono perfetti esempi che possono aiutare a fare questo. Per me ha funzionato moltissimo anche partecipare a corsi sulle start up e ad eventi come le social media week e le maker faire, lo consiglierei a tutti. 

Oggi lavori in Johnson & Johnson: come ci sei arrivato e come si sono svolte le selezioni?

J&J fece come molti grandi aziende una giornata di recruiting dentro l'università e un giorno venne anche a Roma 3. Dopo 4 colloqui tra individuali e di gruppo fui scelto come Intern per 6 mesi.

Di cosa ti occupi in qualità di Trade Marketing Specialist in Johnson & Johnson?

Nelle grandi aziende ci sono per farla breve due aree principali di marketing: quello strategico e quello operativo/commerciale. Io mi occupo del secondo. Il trade marketer si occupa di rendere concreta o anche eseguire la strategia di marketing (pensata dal marketing manager) declinando le famose 4P (product, place, price, promo) nei diversi canali di vendita. Ad Oggi ho la fortuna di gestire l'intero portafoglio dei prodotti J&J nel mass market e collaboro su tutti i canali di vendita: online e offline. Il bello del trade è stare a stretto contatto con la forza vendita, vedere clienti e presentare i propri piani aziendali. 

La nostra community di oltre 500.000 utenti è composta da numerosi ragazzi e ragazze che vorrebbero intraprendere una carriera nel Marketing: 3 consigli che ti senti di dare a loro?

1. "Siate curiosi, studiate in profondità le cose e non accontentatevi mai di ciò che già sapete; lavorate duramente e raggiungerete i vostri obiettivi". Non c'è ricetta migliore di questa per il successo. Faccio un esempio... tante persone si allenano in palestra ma alla fine sono pochi quelli che vediamo con una ottima forma fisica. La differenza sta nel modo e nella mentalità con cui si allenano. Il marketing é un ambito con una concorrenza altissima ma voi potete emergere dalla folla.
2. "Individuate un obiettivo di lungo periodo da raggiungere, quasi una mission personale e prendete le decisioni tenendola sempre a mente" in questo modo sarete focalizzati nelle decisioni che prendete, nel voler superare gli esami, nella scelta delle attività extra curriculari, in tutto. Un obiettivo tutto vostro vi aiuterà anche a costruire  la vostra unicità come professionisti e in questo settore conterà tanto.
3. "Circondatevi del giusto ambiente e delle giuste persone, se non le avete cercatele ".  Cercate di frequentare posti stimolanti con persone diverse es. gli hub, gli acceleratori d impresa, i laboratori di innovazione, etc sono tutti posti dove trovare nuovi stimoli, idee e confrontarsi con persone che vi possono aiutare tantissimo ad individuare il vostro percorso soprattutto se vengono da ambiti di studio diversi dal vostro. 

 

Dopo il percorso magistrale in Economia Aziendale Ambientale e Impresa Sostenibile presso l'Università di Roma 3, Francesco è diventato Trade Marketing Specialist in Johnson & Johnson.

In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?


Ho frequentato l'Università di Roma 3, percorso triennale in "Gestione delle imprese" e percorso magistrale "economia aziendale ambientale e impresa sostenibile"
Durante gli studi magistrali ho voluto fare due esperienze di studio all'estero. Un semestre Erasmus ad Odense, Danimarca frequentando un corso incentrato su "International Sales e Marketing" e successivamente un estate a Copenaghen nel programma ISUP (international summer university program) studiando in due corsi "Management of multinational enterprises" e "Organizational behavior".
La meta Danimarca é stata una scelta studiata per via del percorso di studi magistrale incentrato sulla sostenibilità. 


Quanto è importante, secondo te, svolgere un'esperienza di studio o lavorativa all'estero?

La mia esperienza é stata solo di studio e la descrivere semplicemente come una vera svolta nella carriera accademica. Raccomanderei a tutti di fare un'esperienza all'estero, in particolare di andare fuori Europa o nei paesi europei più diversi dall'Italia. Noi italiani siamo molto "caserecci" rispetto ad altre culture anche vicine a noi ed è impressionante quanto vivere da soli in un altro paese migliori la nostra prospettiva di tutto.

Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera?

Qua calzerebbe benissimo la frase ad effetto: tutte e nessuna. Ma mi spiego meglio.. Non c'è stata una attivita particolare per cui mi sono portato a casa un bagaglio più prezioso di altre, la cosa davvero importante é stata partecipare a diversi corsi, competizioni ed eventi etc, questo infatti mi ha permesso di conoscere persone vincenti e motivate che mi hanno ispirato e anche di mantenere la mente impegnata e sempre attiva. E' importante staccarsi ogni tanto dalla routine lezioni-studio-esami per mettere in pratica subito quello che si sta apprendendo. Gli hackaton, i business game sono perfetti esempi che possono aiutare a fare questo. Per me ha funzionato moltissimo anche partecipare a corsi sulle start up e ad eventi come le social media week e le maker faire, lo consiglierei a tutti. 

Oggi lavori in Johnson & Johnson: come ci sei arrivato e come si sono svolte le selezioni?

J&J fece come molti grandi aziende una giornata di recruiting dentro l'università e un giorno venne anche a Roma 3. Dopo 4 colloqui tra individuali e di gruppo fui scelto come Intern per 6 mesi.

Di cosa ti occupi in qualità di Trade Marketing Specialist in Johnson & Johnson?

Nelle grandi aziende ci sono per farla breve due aree principali di marketing: quello strategico e quello operativo/commerciale. Io mi occupo del secondo. Il trade marketer si occupa di rendere concreta o anche eseguire la strategia di marketing (pensata dal marketing manager) declinando le famose 4P (product, place, price, promo) nei diversi canali di vendita. Ad Oggi ho la fortuna di gestire l'intero portafoglio dei prodotti J&J nel mass market e collaboro su tutti i canali di vendita: online e offline. Il bello del trade è stare a stretto contatto con la forza vendita, vedere clienti e presentare i propri piani aziendali. 

La nostra community di oltre 500.000 utenti è composta da numerosi ragazzi e ragazze che vorrebbero intraprendere una carriera nel Marketing: 3 consigli che ti senti di dare a loro?

1. "Siate curiosi, studiate in profondità le cose e non accontentatevi mai di ciò che già sapete; lavorate duramente e raggiungerete i vostri obiettivi". Non c'è ricetta migliore di questa per il successo. Faccio un esempio... tante persone si allenano in palestra ma alla fine sono pochi quelli che vediamo con una ottima forma fisica. La differenza sta nel modo e nella mentalità con cui si allenano. Il marketing é un ambito con una concorrenza altissima ma voi potete emergere dalla folla.
2. "Individuate un obiettivo di lungo periodo da raggiungere, quasi una mission personale e prendete le decisioni tenendola sempre a mente" in questo modo sarete focalizzati nelle decisioni che prendete, nel voler superare gli esami, nella scelta delle attività extra curriculari, in tutto. Un obiettivo tutto vostro vi aiuterà anche a costruire  la vostra unicità come professionisti e in questo settore conterà tanto.
3. "Circondatevi del giusto ambiente e delle giuste persone, se non le avete cercatele ".  Cercate di frequentare posti stimolanti con persone diverse es. gli hub, gli acceleratori d impresa, i laboratori di innovazione, etc sono tutti posti dove trovare nuovi stimoli, idee e confrontarsi con persone che vi possono aiutare tantissimo ad individuare il vostro percorso soprattutto se vengono da ambiti di studio diversi dal vostro.