Laurea in Giurisprudenza: sbocchi lavorativi e opportunità di carriera

Laurea in Giurisprudenza: sbocchi lavorativi e opportunità di carriera image Laurea in Giurisprudenza: sbocchi lavorativi e opportunità di carriera
Pubblicato 1 Aprile

Laurea in Giurisprudenza: quali sono gli sbocchi lavorativi e le opportunità di carriera?

Cosa fare dunque dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza? La fine di un percorso porta sempre delle novità, che a volte spaventano e a volte ci entusiasmano. La laurea è la fine di una strada e l’inizio di un lungo viaggio verso il mondo del lavoro, ahimè impervio ai nostri tempi. 

Proprio per questo ci si chiede “che fare dopo la laurea”? “Come orientarsi nel lavoro?” La laurea giurisprudenza, considerata una tra le più prestigiose e scelte dai ragazzi italiani è anche quella che tra le altre, richiede un maggiore numero di tirocini, stage e praticantati, e per questo allunga il processo di inserimento nel mondo del lavoro con una retribuzione opportuna e stabile.

Non per questo bisogna scoraggiarsi o rassegnarsi anche se di questi tempi è difficile! Partiamo dal presupposto che investire sulla propria istruzione continua ad essere una scelta premiante! Leggi anche: Le migliori università di giurisprudenza in Italia!

Gli sbocchi professionali in Giurisprudenza, dopo la laurea, non sono solo giuridici, avvocato, notaio, magistrato. Ci sono opportunità lavorative anche per chi non riesce ad abilitarsi o non ne ha voglia, come nel privato, le consulenze bancarie o assicurative.

 

Avvocato

Dopo la laurea in giurisprudenza inizia il lungo periodo del praticantato, due anni presso uno studio legale, uno se si frequenta la Scuola di Specializzazione, tutto questo ovviamente gratis, a meno che non sei fortunato e riesci ad avere il cosiddetto “rimborso spese”! Finito ciò bisogna superare l’Esame di Stato, per sostenere  il quale devi presentare una domanda e affrontare tre prove scritte, riguardanti la redazione di un parere a scelta tra questioni in materia civile, penale e la formulazione di un atto giudiziario e infine una prova orale che prevede materie in ambito di diritto civile, penale, ordinamento e deontologia forense.

 

Consulente Direct (Banking)

Si tratta di un assistente che sfrutta i canali digitali per entrare in contatto con i clienti o gli utenti di un determinato servizio ed è una figura ricercata soprattutto dal settore bancario (Scopri di più: Il Consulente Direct: cosa fa, quanto guadagna?). 

 

Notaio

Innanzitutto bisogna svolgere una pratica notarile facendo domanda presso il Consiglio Notarile, pagando una tassa e allegando la dichiarazione del notaio che accoglierà il praticante nel suo studio. Il praticantato deve avere una durata minima di 18 mesi al termine dei quali è possibile iscriversi al concorso (prova scritta e orale). È necessaria una preselezione informatica di trentacinque domande (70 minuti) per accedere alle successive prove.

 

HR Specialist

Si tratta di una figura aziendale inserita nell’ambito risorse umane, cioè il comparto che lavora all’organizzazione del capitale umano di un’impresa, scovando le competenze e le risorse migliori per portare a termine un risultato. Nel caso di chi studi Giurisprudneza, uno degli sbocchi è proprio quello di HR Specialist. (Puoi scoprire di più sui singoli profili HR leggendo Quanti sono i profili ).

Se ti piacerebbe intraprendere una carriera nelle risorse umane, qui puoi trovare numerosi annunci di stage e lavoro a cui puoi candidarti.

 

Agenzie non governative

Molte agenzie lavorano in paesi dove la conoscenza della legge è fondamentale per il corretto sviluppo del loro mandato. La laurea in legge non solo spesso è un requisito richiesto dalle Agenzie ONU e simili, ma può decisamente aiutare la corretta comprensione delle problematiche affrontate dall'agenzia, pur non lavorando nell'ufficio legale di queste.

 

Banca e finanza

Ok magari la politica e le relazioni internazionali non sono per te, allora perché non provare con la finanza? Ci sono alcuni campi, come il settore finanziario, in cui una laurea in Giurisprudenza certamente è di valore poiché la finanza richiede una conoscenza legale importante. In tutored, sono molte le banche attive: UniCredit, Crédit Agricole, BNP Paribas, FCA Bank, Caceis.

 

Imprenditore 

Naturalmente non c'è bisogno di una laurea per essere un imprenditore ma può essere un valore aggiunto (e una garanzia personale in più) quando si tratta di contrattualistica, sia per prestare attenzione e capire a fondo le clausole che si vanno a firmare, sia per negoziare contratti relativi alla propria attività.

 

Tutored è la piattaforma social dove studenti e giovani laureati gestiscono al meglio la propria carriera accademica e professionale: all’interno della piattaforma è possibile condividere informazioni, appunti, lezioni private e, più in generale, interagire con una community di studenti appartenenti allo stesso percorso di studi. Entra in tutored!

Giurisprudenza: stage e lavoro per giovani laureati
Vedi tutti
Vedi tutti