Tutored incontra Karolina, Junior Buyer in Coca-Cola HBC

Tutored incontra Karolina, Junior Buyer in Coca-Cola HBC image Tutored incontra Karolina, Junior Buyer in Coca-Cola HBC
Pubblicato 23 Marzo

La storia di Karolina De Falco: dalla Federico II di Napoli alla Cattolica di Milano, fino a diventare Junior Buyer di Coca-Cola HBC

Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.

 

In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?

Ho conseguito una laurea triennale in Economia Aziendale all’Università Federico II di Napoli, dopodiché per la laurea specialistica ho deciso di trasferirmi a Milano e iscrivermi all’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Mi sono laureata in Management per l’Impresa, un corso che consiglierei a tutti. Il Piano di studi è definito, entro certi criteri, interamente dallo studente ed in questo modo è possibile selezionare i corsi in base al proprio interesse e ai propri obiettivi professionali. Un altro punto di forza è che ho potuto frequentare i corsi e sostenere gli esami in 1 anno e mezzo, così da poter dedicare l’ultimo semestre alla tesi ed allo stage.

 

Prima di arrivare in Coca-Cola HBC , hai svolto un'esperienza di stage in Pirelli: puoi raccontarci di cosa ti sei occupata?

Prima di essere assunta in Coca-Cola HBC ho svolto due stage. Il primo l’ho svolto a 22 anni proprio in Coca-Cola HBC come Junior buyer durante l’ultimo semestre della specialistica, occupandomi di varie spend categories tra cui Marketing e IT. Dopodiché ho svolto un altro stage in Pirelli sempre nel Procurement. Mi sono occupata di acquisti di Digital Marketing e Comunicazione per l’Italia, inoltre poiché l’Headquarter di Pirelli è in Italia, ho avuto anche la possibilità di gestire fornitori internazionali e supportare i buyer di altre Country.

Tornando indietro rifarei entrambe le esperienze, gli stage sono momenti formativi fondamentali e mi hanno dato la possibilità di capire effettivamente quali fossero le mie aspirazioni future. Durante l’università mi ha sempre affascinato il ruolo del buyer, ma gli stage sono stati fondamentali per capire in cosa consiste effettivamente questo lavoro.

 

Oggi lavori in Coca-Cola HBC : come hai conosciuto questa realtà e come si sono svolte le selezioni? 

Cercavo uno stage da svolgere durante l’ultimo semestre di laurea specialistica. Mi sono candidata tramite Linkedin per una posizione di Junior Buyer in CCHBC e per fortuna sono stata contattata subito. Ho fatto prima un colloquio telefonico con HR, poi uno di persona con il mio futuro responsabile ed infine con il Manager di funzione. Dopo l’esperienza di stage mi sono laureata, ho avuto un’altra esperienza lavorativa ed infine sono tornata in CCHBC nello stesso ruolo, gestendo tuttavia una differente area d’acquisto.

 

Di cosa ti occupi in qualità di Junior buyer in Coca-Cola HBC ?

Come Junior buyer gestisco l’intero processo di acquisto che consiste in scouting di fornitori, supporto agli stakeholder interni nella definizione dei needs e della vendor list, gestione di gare, benchmark economico, negoziazione e selezione dei fornitori. Inoltre gestisco le attività correlate, come da esempio emissione di Ordini e sottoscrizione dei contratti.

Attualmente mi occupo dell’area Real Estate & Facility, per cui faccio sia acquisti Capex che di servizi e i miei stakeholder principali sono i colleghi degli stabilimenti produttivi. Il lavoro del buyer è molto dinamico, e l’area di cui mi occupo per fortuna mi consente di gestire acquisti molto eterogenei tra di loro, per cui ogni giorno imparo qualcosa di nuovo.

 

Nella nostra community di oltre 500.000 utenti ci sono molto studenti e giovani laureati che vorrebbero lavorare nel tuo stesso ambito: un consiglio che daresti a chi vorrebbe seguire la tua strada?

Sicuramente, a chi sta ancora studiando, mi sento di consigliare di non limitarsi a studiare per conseguire un voto, bensì per allargare il proprio bagaglio culturale e personale. L’università mette a disposizione tutti i mezzi necessari per sviluppare le competenze utili per il mondo del lavoro. Ad esempio, i progetti in team ed i business games insegnano a mettersi in gioco, lavorare in squadra e collaborare, competenze fondamentali per qualsiasi lavoro.


Inoltre, a chi vuole intraprendere il mio stesso percorso, consiglio di seguire un percorso lavorativo coerente e di iniziare uno stage il prima possibile, anche durante l’Università. Il lavoro del buyer, così come qualunque altro, si impara sul campo, per cui è fondamentale fare almeno un’esperienza di stage in quest’ambito.

 

Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazie a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.

Ultime opportunità di carriera pubblicate su tutored
Vedi tutti
Vedi tutti