Ingegneria informatica: cosa fare dopo?

Ingegneria informatica: cosa fare dopo la laurea? image Ingegneria informatica: cosa fare dopo la laurea?
Pubblicato 5 Febbraio

Cosa fare dopo la laurea in ingegneria informatica? Scopri i principali sbocchi lavorativi e le opportunità di carriera per te.

L’Ingegneria informatica è un elemento essenziale della società moderna; non solo in quanto necessaria al normale svolgimento delle attività quotidiane ma anche perché il suo sviluppo determina e plasma quello dell’intera società.

L’ingegneria informatica, pur condividendo molta storia e molte aree di interesse con l’informatica, si concentra sul modo in cui vengono mappate le idee di lavoro informatiche in sistemi fisici. Reti, Sistemi VLSI, Calcolo e architetture avanzate sono tra le principali aree.

La specifica e approfondita preparazione permette di diventare uno dei profili più ricercati sul mercato del lavoro; ma non mancano le difficoltà nella ricerca e selezione del migliore datore di lavoro possibile.

Cosa si aspettano le aziende da un neolaureato in Ingegneria Informatica?

Ecco le aspettative delle aziende che assumono un neolaureato in Ingegneria Informatica: 

– Nozioni ingegneristiche di base + approfondita conoscenza delle principali caratteristiche dei sistemi di elaborazioni delle informazioni, sia hardware che software
– Conoscenze approfondite dei sistemi operativi, dei linguaggi di programmazione, delle tecniche e dei metodi dell’ingegneria del software
– Basi e competenze per l’inserimento in contesti altamente innovativi
– Soft skills: capacità di interagire efficacemente con altre figure professionali sia nel campo dell’ingegneria che nel campo di altre discipline.

Le competenze ingegneristiche ed informatiche che si acquisiscono durante gli studi rendono questo profilo necessario per svolgere attività nella pianificazione, progettazione, realizzazione, gestione ed esercizio dei sistemi e infrastrutture per la rappresentazione, trasmissione e elaborazione delle informazioni.

Cosa aspettarsi da un’azienda che cerca un neolaureato in Ingegneria Informatica (durante un colloquio ma non solo)?

Come per la laurea in Informatica, anche per l’ing. informatica si nota a volte l’erronea tendenza a far coincidere questa disciplina con un riduttivo utilizzo avanzato del computer, o a volte anche con la stessa facoltà di Informatica.

Questo tipo di confusione sta rapidamente terminando anche grazie allo svilupparsi di piattaforme verticali e/o volte a mettere in contatto aziende e candidati raccontando i profili ricercati in modo preciso.

Essere bravi e specializzati tuttavia può non bastare. A seconda della posizione di lavoro a cui ci si candida, infatti, oltre alle competenze tecniche/hard skills, le aziende ricercano competenze e abilità “soft”.

Per le posizioni rientranti nel campo hardware: oltre alla programmazione del firmware di sistema, sarà valutata la capacità di analisi tecnica delle offerte dei fornitori, capacità di cooperazione e relazione.

Doti di relazione sono ancora più cruciali per le aziende che ricercano analisti e progettisti software o sistemisti di reti vista la probabilità di interazione con clienti, responsabili di programmazione e tecnici a vari livelli. Per tutti, capacità di leadership e di lavoro in team.

Bisogna quindi essere preparati a questo tipo di richieste e alle possibili domande volte a verificarle.

Quali lavori cercare? E dove?

L’ingegnere informatico è richiesto in una moltitudine di attività quali: progettazione di microprocessori; sviluppo di applicazioni web complesse; progettazione di programmi o sistemi stand alone; tutto ciò che riguarda dispositivi e circuiti elettrici.

Le professioni più classiche: non sarà difficile trovare offerte di lavoro come Sistemista Hardware, Analista e progettista di software applicativo e di sistema, Sistemista di Reti di Calcolatori.  

Le professioni indicate tra i trend in maggiore ascesa: Data Scientist, Coder, Cybersecurity Expert, IOT Specialist, Machine Learning, AI e Robotica.

Questi lavori si possono trovare: sulle piattaforme che aggregano offerte su misura per i neolaureati -per chi vuole esplorare diverse realtà e opportunità o avere un supporto in fase di application- o sui siti aziendali per chi ha già un’idea chiara. Le vie che si aprono riguardano principalmente Dipartimenti IT di aziende medio-grandi, in società di consulenza o di sviluppo software.

Una ulteriore possibilità riguarda le organizzazioni pubbliche che utilizzano l’informatica per pianificare, progettare, gestire, decidere, produrre e amministrare. In questo senso, le pubbliche amministrazione periodicamente bandiscono concorsi pubblici perché spesso hanno esigenza di personale con funzioni di ingegnere informatico.

Ognuna di queste realtà offre ambienti e condizioni di lavoro molto diverse. Il nostro consiglio è di informarsi bene prima di candidarsi in modo da concentrare le energie e le ricerche sul migliore datore di lavoro per se stessi.

Vedi tutti

Ingegneria Informatica: annunci di stage e lavoro