Lettera di presentazione efficace: consigli, esempi

Lettera di presentazione: come scriverla al meglio? image Lettera di presentazione: come scriverla al meglio?
Pubblicato 9 Giugno

Come scrivere una lettera di presentazione efficace (cover letter) per uno stage, un lavoro, un master, per l'erasmus: esempi e consigli


Cosa è una lettera di presentazione?

La lettera di presentazione è un documento, spesso allegato al Curriculum Vitae, grazie alla quale possiamo aumentare o distruggere le possibilità di essere chiamati per un colloquio. Ovviamente nel caso avesse un effetto e un risultato positivo la lettera di presentazione, dopo essere chiamati per un colloquio potrete essere anche assunti. Lo scopo della lettera di presentazione è quella di attrarre l’attenzione dell’azienda per ottenere un colloquio. A differenza del Curriculum Vitae, la lettera di presentazione è molto più informale rispetto alla formalità del CV. Infatti grazie a questa potremo concederci molta più libertà di espressione, cercando di catturare l’interesse del lettore con risultati positivi.


Introduzione al Curriculum Vitæ

Ti sei laureato da poco e stai iniziando a cercare lavoro. Il Curriculum Vitae è pronto ma un blocco dello scrittore ti ferma proprio sul più bello: la lettera di presentazione. Vuoi parlare di te, ma lasciarti qualcosa di interessante da raccontare al colloquio, vuoi apparire interessato, ma non disperato, ti ritrovi a dover fornire una quantità enorme di informazioni in poche righe e non sai come fare! Grazie a questa, il candidato avrà la facoltà di presentarsi e di sottolineare le proprie capacità e competenze.


Il vantaggio della lettera di presentazione è quello di avere una struttura, che incornicia la comunicazione in modo da rendere la lettura scorrevole e, in ogni caso, i contenuti ben posizionati.

Ecco cosa non bisogna mai dimenticare nella stesura di una lettera di presentazione: 

- I dati del mittente (nome, cognome, numero di telefono e indirizzo mail);
- I dati del destinatario (possibilmente nome e cognome, per indirizzarla ad una persona precisa);
- Il luogo e la data (la lettera deve essere aggiornata, non bisogna dare l’impressione di avere inviato un documento datato o lasciato al caso, con testi standard);
- Il consenso al trattamento dei dati personali aggiornato (con riferimento al d.lgs. 196/2003: deve essere segnalato soprattutto nel Curriculum Vitae, ma indicarlo nella lettera è segno di completezza).


La lettera permetterà di valutare la vostra capacità di esprimervi in italiano, dunque, siate chiari, sintetici, precisi e diretti; è preferibile utilizzare frasi semplici e formule prestabilite.

Rileggete e controllate che tutto sia corretto prima di inviare, accade molto spesso che arrivino CV con lettere di presentazione intestate ad altre società o con il riferimento sbagliato. Tutto questo è motivo di scarto.


Le parti di una lettera di presentazione efficace

Nella prima sezione della lettera di presentazione specifica la posizione per la quale ti stai candidando ed esprimi il tuo interesse a proporre la tua candidatura dopo aver letto l’annuncio.

Nella seconda sezione descrivi rapidamente, ma in modo chiaro la tua formazione accademica e professionale mettendo in risalto le competenze comuni ai requisiti del profilo ricercato per la posizione.

Nella terza sezione esprimi il tuo interesse e la tua disponibilità ad approfondire la “reciproca” conoscenza attraverso un colloquio motivazionale.

Chiarezza ed onestà, sono caratteristiche fondamentali per scrivere una lettera di presentazione. Non serve mentire sulle proprie conoscenze e capacità, durante il colloquio emergerebbero delle discrepanze. Meglio esser umili, ma mostrare un sincero interesse e voglia di apprendere.


Tips utili 

- Le uniche armi a nostra disposizione sono le parole. Non importa quanto appariremo simpatici o seri nel saperci relazionare tramite la lettera di presentazione. Questa sarà l’arma fondamentale in sede di colloquio e quanto dimostreremo di saper andare dritti al punto!

- Diamo all’azienda, in cui stiamo facendo il colloquio, il messaggio chiaro che prima di candidarci ci siamo “informati” ed abbiamo “studiato” loro ed i loro prodotti!

- Un metodo indubbiamente vincente per dare a chi legge immediatamente l’idea di avere di fronte una candidatura “ragionata” è quello di ripetere alcuni concetti presenti nell’offerta. Esempio: se nell’offerta “si richiede conoscenze di Photoshop”, inserite all’inizio della lettera di presentazione “sono in possesso delle doti da voi richieste, in particolare Photoshop, come potrete notare nel seguente CV”. 

- La lettera motivazionale deve essere diversa se vi state candidando per un lavoro, uno stage, un master o per l'erasmus.

 

Lettera di motivazione: inglese, francese

E' importante avere nel proprio cassetto una cover lettere in altre lingue: in particolare inglese e francese. Il nostro consiglio è quello di partire da scrivere la lettera in Italiano così da concentrarsi sul contenuto: successivamente potete passare alla traduzione. Attenzione: prima di inviarla, fatela rileggere a qualcuno che abbiamo un alto livello (almeno C2) così da correggerla in caso di errori ortografici, di parole insensate o fuori contesto.

Ora che hai preparato al meglio la tua lettera motivazionale, non ti resta che candidarti alle opportunità di carriera presenti su tutored: scopri gli annunci di stage e lavoro in linea con le tue ambizioni

Le opportunità di carriera più popolari su tutored
Vedi tutti
Vedi tutti