Laurea in Lettere: gli sbocchi lavorativi e le opportunità di carriera

Laurea in Lettere: gli sbocchi lavorativi image Laurea in Lettere: gli sbocchi lavorativi
Pubblicato 9 Giugno

Quali sono gli sbocchi lavorativi dopo una laurea in Lettere: sbocchi lavorativi e opportunità di carriera


Sorpresa: scegliere una laurea umanistica, soprattutto una laurea in Lettere, apre molti sbocchi professionali. Grazie all’innovazione tecnologica. Un paradosso che ha una spiegazione molto semplice: sempre più aziende di prodotti e servizi ma anche di ricerca scientifica applicata al mondo commerciale si stanno rendendo conto che avere nei propri organici profili con un background umanistico serve moltissimo a migliorare il business


E’ chiaro, lo sbocco principale resta quello della ricerca e dell’insegnamento, ma dato che qui in Tutored abbiamo un punto di vista privilegiato sul mondo del lavoro - creiamo il match tra le reali esigenze delle imprese e la preparazione e le aspirazioni dei neolaureati e di chi vuol cambiare azienda o posizione - possiamo garantire che mai come nei prossimi cinque anni i laureati in Lettere avranno ottime opportunità di occupazione (in fondo ti diciamo quanti posti di lavoro ci sono disponibili).


Un’avvertenza: al momento i dati disponibili per l’Italia ci dicono che le retribuzioni medie per un laureato in Lettere non è altissimo, appena 837 euro al mese (qui potrai leggere tutte le retribuzioni medie per singolo indirizzo di facoltà), ma il punto è capire che si tratta dello stipendio a 1 anno dalla laurea e che molti non sanno che con un titolo umanistico si può diventare anche manager (qui puoi leggere un approfondimento sull'argomento). 

 

Gli sbocchi lavorativi per i laureati in Lettere: cosa offrono le aziende

Partiamo dalle aziende e in particolare dai settori che stanno cercando profili con una preparazione in Lettere, ovvero:

- Istruzione e Formazione, ovviamente parliamo sia di scuole sia soprattutto di centri di formazione privata. Poiché il lifelong learning - cioè la formazione perpetua - è un trend consolidato, rivolgersi anche ad società che formano professionisti e lavoratori è un buon escamotage per lavorare ad alti livelli. Ne sono un esempio il Centro Europeo di Formazione, la Tag School e altri centri.

- Servizi culturali

- Sport

- Servizi alle persone

- Media e Comunicazione

- Società ICT e di sviluppo software (pensate al popolare Grammarly per il cui sviluppo è stato necessario creare un team composto sia da esperti di machine learning sia da linguisti e letterati)

 

I profili ricercati

Tolti per un attimo i profili come l’editor - cioè chi cura l’edizione di un testo per conto di una società editrice  e il tecnico delle biblioteche, ecco quali sono i profili attualmente più ricercati dalle imprese:


Insegnante di materie umanistiche

Sono sempre di più i docenti, soprattutto di latino e greco, ricercati dalle scuole private specie del Nord Italia, a dimostrazione del fatto che il concorsone della scuole pubblica non esaurisce le opportunità di impiego (date un’occhiata a questa offerte ad esempio https://g.co/kgs/9mrbNd). 


Linguista computazionale

E qui arriviamo agli sbocchi offerti dal mondo ICT e informatico (ad esempio per aziende come IBM, Facebook, Google, Accenture che cercano profili da inserire nella messa a punto di software e programmi in cui la lingua svolge un ruolo chiave). Si tratta di un profilo esperto di linguaggi e costruzione della sintassi da applicare al mondo informatico (come in questa offerta del CNR https://g.co/kgs/46a9e6). 


Responsabile eventi 

Il profilo umanistico è in genere quello ricercato dalle imprese che hanno bisogno di chi coordini l’organizzazione di eventi per conto proprio o per realtà terze.


Sales manager o sales consultant

Cosa c’entra la laurea in lettere con la vendita di prodotti e servizi? C’entra, visto che chi ha un background culturale umanistico è il candidato prediletta dalle società che hanno punti vendita, specie internazionali, e cercano responsabili e coordinatori retail in grado non solo di capire i meccanismi del marketing ma di inquadrare prodotti e servizi che hanno stampo artistico e letterario (dall’arte all’editoria passando per la moda - per sapere di più puoi leggere anche Come funziona e lavora l’industria del Retail). 

 

HR Specialist

E’ il profilo che ha come compito la valorizzazione del capitale umano all’interno di un’azienda. Anche se il lavoro ha più che a che fare con competenze organizzative, può essere ricoperto non solo da chi una una laurea in economia ma anzi da chi mette la sua preparazione umanistica e la sua cultura al servizio di grandi imprese anche di Telefonia  mobile e in generale del mondo comunicativo (TIM, Vodafone solo per citare le più note, anzi qui puoi leggere le posizioni aperte). Se vuoi scoprire qualcosa di più ti consigliamo di leggere anche Quanti sono i profili HR

Scopri tutti gli annunci di stage e lavoro nel settore risorse umane ed HR pubblicati su tutored


PR Manager

Nel campo delle pubbliche relazioni, chi ha una un background umanistico la fa da padrone ed è un candidato ideale per posizioni in uffici di enti pubblici e organizzazioni, anche politiche o associative, in cui preparazione e cultura sono un asset fondamentale per far interfacciare quell’entità con il mondo esterno. Ad esempio è una figura molto ricercata in ambito bancario (leggi qui le offerte e per approfondire anche Perché lavorare nell’Investment Banking è una buona idea e Banking e l'industria fintech.

 

Consulente Direct

E’ una delle figure più richieste anche in questo caso dalle aziende dell’industria banking in questo momento, eppure resta una posizione spesso scoperta: parliamo del consulente direct, o consulente clientela privati, cioè il profilo inserito nel supporto alla consulenza diretta verso il cliente o utente dell’azienda che offre un prodotto o servizio (qui puoi scoprire tutti i dettagli del mestiere Cinque buoni motivi per lavorare in banca come consulente nel settore privato e qui invece le offerte di lavoro attive). 

 

Social Media Manager/Specialist

E’ uno degli sbocchi ormai classici per chi ha una laurea in Lettere e può lavorare come social media manager sia nel settore media, Radio, Tv e giornali - che infatti assumono persone che coordinino la parte social media -  ma anche in molte altre industrie e brand in cui il rapporto con i clienti viene curato moltissimo sui new media, come il comparto food, moda, automotive ecc… (leggi anche Il Social Media Manager, spiegato bene). 

Scopri tutti gli annunci di stage e lavoro nel marketing su tutored

 

Le migliori lauree in Lettere

Il Censis stila ogni anno la classifica dei migliori atenei italiani per corso di laurea  (qui la ricerca completa mentre qui abbiamo scorporato la classifica per miglior poli umanistici 2019

Per quanto riguarda le lauree letterario-umanistiche ecco la top 10 delle Università italiane:

1. Venezia Ca’ Foscari 
2. Perugia 
3. Padova 
4. Bologna 
5. Verona 
6. Tuscia 
7. Trento 
8. Ferrara 
9. Trieste 
10. Pavia

Con quanti altri profili devo competere per un posto di lavoro?

Secondo il report sul fabbisogno di personale curato da Unioncamere-Excelsior, per il periodo 2019-2023 il fabbisogno di laureati dell’area umanistica “prevede un numero di occupati tra 175.000 e 196.000 unità, per una quota del 21-22%; fanno parte di questa area disciplinare i laureati dei “gruppi” scienze motorie (9.000/10.000), insegnamento (74.000/82.000), letterario (50.000/56.000), linguistico (37.000/41.000) e psicologico (15.000/17.000)”. 

 

Tutored è il punto d'incontro tra studenti, giovani laureati e aziende: una piattaforma digitale studiata per far incontrare giovani e aziende che offrono opportunità di lavoro. Grazie al suo network composto da 500 mila utenti e 50 tra aziende e multinazionali offre un punto di vista privilegiato per chi ha bisogno di orientarsi con chiarezza nella giungla del lavoro.

Studi Umanistici: stage e lavoro per giovani laureati
Vedi tutti
Vedi tutti