Tutored incontra Lorenza, Talent Learning Leadership & Recruitment Partner in Henkel

Lorenza, Talent Learning Leadership & Recruitment Partner in Henkel image Lorenza, Talent Learning Leadership & Recruitment Partner in Henkel
Pubblicato 3 Dicembre 2020

Dalle lingue straniere alle risorse umane: il profilo ibrido di Lorenza


Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.


In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?


Sono di Novara, mi sono laureata in triennale in Lingue Straniere Moderne all’Università del Piemonte Orientale (VC) per poi trasferirmi a Novara alla specialistica di Management & Finanza curriculum Risorse Umane.

Ho un percorso di studi ibrido, umanistico ed economico, che mi ha permesso di crearmi un profilo spendibile sul mercato.


Oggi lavori in Henkel: come ci sei arrivata e come si sono svolte le selezioni?


A settembre 2019, due mesi dopo la laurea, ho partecipato ad un assessment di circa 8-10 persone presso Henkel Italia e siamo state selezionate in due. L’assessment ha avuto durata di circa 5-6 ore comprensivo di role play, prove in inglese e colloqui individuali con parte del team HR. Ci è stato offerto uno stage di 6 mesi ma dopo 3 mesi (si è aperta una posizione) sono stata assunta ed è iniziata così la mia avventura in Henkel.


Il mondo delle risorse umane ha tantissime sfaccettature: dal recruiting, all'employer branding fino al training. Tu di cosa ti occupi in qualità di Talent Learning Leadership & Recruitment Partner in Henkel?

In Henkel mi occupo di recruitment per alcune delle nostre business units (siamo due recruiter) e, in parallelo, sono la referente per i processi riguardo la gestione del talent pool interno e la parte di formazione. Devo dire che il tema della formazione è forse l’ambito che occupa la maggior parte del mio tempo e che mi sta insegnando molto.

Inoltre, data la situazione d’emergenza, stiamo sperimentando il passaggio massivo da una formazione F2F ad una blended o totalmente virtuale che presuppone ed esige un diverso tipo di approccio. Saltuariamente, poi, partecipo a eventi di employer branding con le Università della zona.


Da dove nasce la tua passione per il mondo delle risorse umane?


La passione per le risorse umane è relativamente recente. Durante la triennale ho svolto un tirocinio che mi ha aperto le porte al mondo aziendale. Da lì ho capito che avrei voluto far parte di organizzazione ma il business e il fatturato in senso stretto non era ciò che mi interessava.

Sono rimasta affascinata da come le persone, in una rete di meeting e call, giorno per giorno, portavano a casa dei piccoli obiettivi che in poche settimane/mesi si trasformano in progetti e via dicendo.

Questo per dire che tutti i grandi numeri che vediamo partono dal basso, partono dalle persone. Nonostante la grande digitalizzazione e i grandi mezzi che abbiamo oggi, credo ancora che siano le persone a fare la differenza. La capacità di engagement e retention non sono solo parole “di moda”, ma portano con sé il vero successo dell’azienda. Mi piace quindi pensare di essere parte un processo che consente alle persone di vivere al meglio la propria esperienza in azienda, dal momento dell’inserimento all’uscita. Sicuramente inoltre, una professoressa del primo anno di magistrale, ha fatto la differenza in termini di ispirazione e engagement verso questi temi.


Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazia a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.