Tutored incontra Roberto, HR Talent Acquisition & Learning Specialist in De'Longhi Group

Tutored incontra Roberto, HR Talent Acquisition & Learning Specialist in De'Longhi Group image Tutored incontra Roberto, HR Talent Acquisition & Learning Specialist in De'Longhi Group
Pubblicato 15 Febbraio

MediHospes, Wind Tre, Volkswagen Group Italia e oggi De'Longhi Group: il percoso di Roberto, oggi HR Talent Acquisition & Learning Specialist

Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.

In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?

Ho studiato presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza e ho intrapreso un percorso in Scienze della Comunicazione. Ho svolto la triennale al corso di Comunicazione, tecnologie e culture digitali per poi specializzarmi in Organizzazione e marketing per la comunicazione d’impresa.

 

Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera? Un consiglio che daresti a chi sta studiando in questo momento?

Sicuramente mi ha aiutato tantissimo iniziare a lavorare molto presto. All’età di 17 anni uscivo da scuola per poi andare a fare il barista e ho continuato con questi ritmi fino alla laurea. Tutto ciò è servito per imparare a gestire i tempi e le scadenze, a rispettare colleghi e superiori e soprattutto a diventare ambizioso e determinato.

Un consiglio è sicuramente quello di cercare il più possibile esperienze che possano far crescere sia dal punto di vista professionale che personale, come ad esempio Erasmus, stage, progetti di tesi in azienda o anche svolgere dei lavori che non siano necessariamente legati al percorso di studi. 

 

 

Oggi lavori in De'Longhi Group: come ci sei arrivato e come si sono svolte le selezioni?

Sono arrivato in De’Longhi Group nel modo più inaspettato e forse più bello. In seguito alla pandemia causata dal COVID-19 ho dovuto cercare un nuovo lavoro e la situazione non era delle migliori. Vidi che De’Longhi Group cercava un Talent & Learning Specialist, feci un primo colloquio telefonico, un secondo da remoto in video dove ho conosciuto la mia attuale responsabile e poi infine ho fatto un terzo step in sede dove ho incontrato diversi direttori HR.

Furono steps molto diversi tra loro, c’è chi si è soffermato di più sulle mie esperienze, chi sulle mie competenze e chi sulle mie ambizioni.

 

Di cosa ti occupi in qualità di HR Talent Acquisition & Learning Specialist in De'Longhi Group?

Il mio ruolo è molto dinamico e soprattutto trasversale nelle diverse aree del mio team. Nell’ambito del Talent Acquisition mi occupo della selezione e dell'inserimento di profili junior e in stage. Nell’ambito dell’Employer Branding mi occupo dei rapporti con le Università (partnership, eventi e progetti) e insieme ai colleghi lavoriamo alla comunicazione su LinkedIn.

Nell’ambito Learning mi occupo insieme al mio team di costruire, gestire e monitorare la formazione aziendale.

 

Prima di arrivare in De'Longhi Group, hai lavorato prima in MediHospes, poi in Wind Tre e successivamente in Volkswagen Group Italia: di cosa ti sei occupato in queste realtà?

In MediHospes ho lavorato come operatore sociale presso un centro d’accoglienza per rifugiati politici. Le mie mansioni consistevano nel monitorare la struttura e garantire diversi servizi.
In Wind Tre ho fatto uno stage in HR come Employer Branding & Corporate Culture Intern e mi occupavo di attività inerenti a eventi universitari, LinkedIn e alla survey aziendale.
In Volkswagen Group Italia lavoravo nell’ambito Organizzazione e Digitalizzazione HR e i miei compiti riguardavano la gestione, l’analisi e il monitoraggio di diverse attività: MbO, Survey Aziendale, Posizioni di lavoro, Piani ideali di carriera e diverse attività più tecniche.

 

Nella nostra community di oltre 500.000 utenti ci sono molti studenti e giovani laureati che vorrebbero lavorare nel mondo HR: un consiglio che daresti a chi vorrebbe seguire la tua strada?

Un consiglio che mi sento di dare è di cercare aziende e ruoli che siano affini con le proprie attitudini. Il mondo HR è molto ampio, io ho fatto 3 esperienze in questo ambito con ruoli e aziende diverse. Quando si lavora in HR si trattano temi che possono cambiare il modo di vivere l’azienda, il modo di crescere, il modo di entrarci e molto altro. Questi cambiamenti avvengono grazie a team di persone spesso molto diverse che in base alle proprie attitudini e alle proprie esperienze decidono di portare migliorie.


Quando vi approcciate ad un’azienda, capite bene quanta importanza danno ai valori, alla crescita e a tutti quegli aspetti che vi potranno vedere come protagonisti se entrerete nel loro team HR.
Un ultimo consiglio è quello di seguire i trend HR e farsi trovare pronti quando sarà il momento, nel mio caso sono state molto utili le mie capacità con Excel e con diversi strumenti digitali.

 

Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazie a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.