Tutored incontra Susanna, Control Engineer in Alstom

Susanna, Control Engineer in Alstom image Susanna, Control Engineer in Alstom
Pubblicato 23 Ottobre

Dal liceo classico alla laurea magistrale in Nanotecnologie: ecco il percorso di Susanna, Control Engineer in Alstom


Tutored è il punto di incontro tra studenti, giovani laureati e aziende. All’interno della nostra piattaforma, i membri hanno la possibilità di scoprire gli sbocchi lavorativi in base al loro percorso di studi, conoscere grandi aziende e candidarsi alle numerose opportunità di stage, lavoro e graduate program. La nostra community è formata da giovani uniti dall'ambizione. Su Tutored, raccontiamo le loro storie ed esperienze, con l'obiettivo di ispirare i più giovani e dare un'idea concreta del mondo del lavoro.


In quale università hai studiato e quale percorso di studi hai scelto?


Avendo studiato al liceo classico, la cultura classica era profondamente radicata nei miei interessi, ma la mia passione erano le materie scientifiche. Dunque, decisi di iscrivermi al corso di Ingegneria fisica al Politecnico di Milano. Inizialmente non fu certamente facile; mi mancavano parecchie basi di matematica che, per chi proveniva da licei scientifici, erano date per scontate.

Pian piano ingranai la marcia e completai gli studi con la laurea magistrale in Nanophysics e Nanotechnologies, sempre al Politecnico di Milano, con esperienza di tesi al ESRF, European Synchrotron Radiation Facility, il sincrotrone di Grenoble. E’ stato davvero un percorso entusiasmante che mi ha permesso di sviluppare capacità di ragionamento trasversali per poter affrontare ogni tipo di problema.


Quale attività extra-universitaria pensi sia stata davvero importante per la tua carriera?


Ritengo che sia molto importante coltivare i propri interessi e le proprie passioni, specialmente in momenti di stress come quelli che si possono sperimentare all’università.

Io, infatti, non ho mai smesso di amare l’arte, visitando mostre e musei e assistendo a spettacoli teatrali di cui Milano ha sempre avuto ricca offerta.


Un consiglio che daresti a chi sta studiando in questo momento? 



Consiglierei di godersi appieno il periodo universitario catalizzando lo stress da studio in energia positiva per affrontare tutto al massimo delle proprie capacità.


Oggi lavori in Alstom: come ci sei arrivata e come si sono svolte le selezioni?


Ho conosciuto Alstom lavorando come consulente. Ho trovato l’azienda davvero ben strutturata e l’ambito lavorativo mi ha fin da subito affascinata. Dunque, appena ho trovato l’occasione giusta, ho fatto application tramite il portale carreer del sito web dell’azienda.

Il processo di selezione è stato fluido, composto da una serie di colloqui conoscitivi e, successivamente, tecnici. Trovo che, per qualsiasi colloquio, l’importante sia sempre essere se stessi rispondendo con sincerità.


Di cosa ti occupi in qualità di Control Engineer in Alstom?

Attualmente seguo lo sviluppo del software TCMS per un nuovo progetto di treni regionali elettrici. TCMS è l’acronimo di Train Control and Monitoring System, il computer di gestione e monitoraggio del treno. Mi occupo della gestione dello sviluppo e validazione dei requisiti software secondo le specifiche del cliente e concordi con le normative vigenti.

E’ un lavoro complesso e stimolante che mi permette di seguire tutto il “V-Cycle” del progetto dalla fase di design a quelle di sviluppo e di validazione delle logiche di veicolo. Essendo attività trasversali mi permettono di avere una visione completa di tutti i sottosistemi del treno e di come il TCMS interagisca con essi.


Sei un recruiter? Scopri come digitalizzare le strategie di employer branding e recruiting della tua azienda grazia a tutored. Attrai e assumi giovani talenti: scopri Tutored Business.

Ingegneria: stage e lavoro per giovani laureati
Vedi tutti
Vedi tutti