L’Università di Cassino e del Lazio Meridionale è una università statale italiana fondata nel 1979. L’Università venne istituita con legge 3 aprile 1979 n. 122, sulla scorta di precedenti iniziative concretizzatesi tra il 1964 e il 1968, con la fondazione prima di un Istituto pareggiato di Magistero e poi del Consorzio universitario cassinese.

L’Unicassino, numeri dell’Ateneo

L’Università di Cassino e del Lazio Meridionale conta:

  • circa 8000 studenti;
  • ha un corpo docenti di 336 unità;
  • 47 laboratori;
  • un personale non docente di 345 dipendenti, distribuito fra la sede centrale e quelle distaccate.

A seguito della riforma del sistema universitario nazionale, varata nel 2010, le precedenti cinque facoltà (Economia, Giurisprudenza, Ingegneria Lettere e Filosofia e Scienze Motorie) sono state trasformate nei seguenti dipartimenti:

  • Economia e Giurisprudenza
  • Ingegneria Civile e Meccanica
  • Ingegneria Elettrica e dell’Informazione
  • Lettere e Filosofia
  • Scienze Umane, Sociali e della Salute

L’offerta formativa è così strutturata:

  • 13 corsi di laurea triennale
  • 17 corsi di laurea magistrale
  • 1 corso di laurea a ciclo unico
  • 4 master
  • 8 corsi di dottorato

Unicassino, il campus e altri servizi

Presso la località Folcara a Cassino è in corso di realizzazione il Campus Folcara, in cui nel prossimo futuro saranno raggruppate tutte le sedi attualmente dislocate in vari punti della città.

Attualmente l’edificio principale ospita:

  • il dipartimento di economia e giurisprudenza;
  • corsi di laurea in scienze motorie e scienze infermieristiche (Università “La Sapienza” e “Tor Vergata”);
  • una mensa universitaria;
  • il bar;
  • la copisteria d’Ateneo;
  • la palestra.

Sono già state completate:

  • la palazzina delle residenze universitarie;
  • un campo da calcetto;
  • un campo polivalente.

Sono in corso di realizzazione le altre palazzine che ospiteranno gli altri dipartimenti e la piazza centrale del campus.


Importanti ricerche

L’Università di Cassino è coinvolta in progetti internazionali come ad esempio: la fusione termonucleare controllata condotta da EURATOM. Oppure per gli scavi archeologici in Sudan, sulle tombe dei ‘Faraoni Neri’.

Ma la realizzazione forse più importante per l’Università di Cassino è quella della realizzazione della più grande infrastruttura pubblica di rete a banda ultra larga, UnicasNet, di cui è proprietaria, per i servizi connessi ad Internet. Essa è stata completata ed è entrata in funzione alla fine del 2008, ed è stata interamente progettata dai ricercatori dell’unicassino per le esigenze di studio e di ricerca. Si estende per oltre 80 km, ed è formata da oltre 5.700 km di cavi in fibra ottica che attraversano zone della provincia di Frosinone spesso neanche raggiunte dai servizi ADSL. L’obiettivo perseguito è quello di fornire opportunità di accesso ai servizi Internet di nuova generazione a gran parte degli abitanti della provincia. Grazie a questa infrastruttura presso l’Università di Cassino è stato attivato un sistema per lo streaming audio/video, che permette la trasmissione di una grande quantità di contenuti audiovisivi e che presto verrà utilizzato anche per la trasmissione in diretta su web di eventi che interessano l’Università di Cassino.

Economia
Giurisprudenza
Ingegneria Civile e Meccanica
Ingegneria Elettrica e dell'Informazione
Lettere e Filosofia
Scienze umane, sociali e della salute