Career Service
4/09/2017
I 4 errori che tutti commettono nello scrivere un CV

Prima di candidarsi per una proposta di stage o lavoro qui su Tutored, sarebbe opportuno ottimizzare al meglio il proprio Tutored CV (il profilo).

Abbiamo raccolto gli errori più comuni che i nostri utenti hanno commesso nella compilazione delle candidature.

1.  Scegliere una foto non appropriata

Assolutamente proibiti i selfie e le foto in costume distesi sul bagnasciuga. L’immagine ideale deve essere frontale (simile a quella della carta d’identità), possibilmente su uno sfondo neutro e deve ritrarre solo il candidato.

Importante: in alcuni casi, è richiesto un CV senza la foto (soprattutto aziende Americane). Controllate molto bene dentro la job offer: fare questo errore potrebbe rendere nulla la vostra candidatura.

Per aggiungere un'immagine al tuo Tutored CV, basta andare sul tuo profilo tra le impostazioni e aggiungerne una.

 

2. Aggiungere infinite esperienze

L'errore più comune, soprattutto tra gli studenti e i neo-laureati, è quello di creare un cv con 15-20 esperienze per sembrare più skillati.

Gli HR delle aziende, soprattutto quelle più grandi, ogni giorno revisionano centinaia di CV: il tempo che viene allocato alla revisione di ciascun CV è purtroppo molto limitato. Il rischio di un curriculum immotivatamente lungo è che venga scartato perché all'apparenza privo di sostanza e con le informazioni importanti nascoste.

Sentiti libero di inserire tutto ciò che vuoi purché sia utile al fine della candidatura e, soprattutto, non essere ridondante: ad es. non scrivere 10 volte che hai fatto il cameriere presso x,y,z. Scrivilo una volta: cameriere dal 2010 al 2016 tutte le estati.

3. Inserire competenze che non si hanno

La sincerità è essenziale quanto la sintesi.

Quando si compila la candidatura, una delle sezioni si chiama Competenze dove andrete ad aggiungere ciò che sapete fare. Qui è giusto cercare di mettere in luce tutte le proprie competenze e abilità ma non bisogna esagerare. Se la prima impressione è quella che conta, un cv in cui il candidato si sovrastima verrà subito escluso

4. Fare errori di ortografia

L'ultimo punto di questo lista è forse il più importante: l'ortografia.

Quello che molte volte viene dato per scontato è quello che poi fa scartare la candidatura: "ha" senza "h", minuscole dopo i punti, errori ortografici generici o parole inesistenti.

Fare errori di ortografia capita a tutti, ma farlo nel CV vuol dire non averlo riletto con attenzione e gli HR lo prendono come una mancanza di precisione e di vera motivazione (chi ci tiene davvero a ottenere quel posto, non rischia di perdere l'opportunità per un errore ortografico! ci dicono sempre gli esaminatori con cui lavoriamo).

E' tempo di candidarsi: clicca sull'icona in basso a destra a forma di valigetta e... in bocca al lupo!

Découvrir Tutored!