Passando ad esempi pratici, di seguito una lista di alcune competenze digitali Basic da acquisire, o da inserire subito se già siete pratici, che sono importanti per i datori di lavoro:

Creare siti web/blog

WordPress, Tumblr o Squarespace sono strumenti molto intuitivi, hanno template predefiniti che è possibile installare con facilità, senza scrivere una riga di codice!  

Se invece siete pratici di codici e l’informatica vi appassiona, crearlo con il vostro codice sarà ancora più divertente. Essere “fluent” in almeno un linguaggio è essenziale.

Da unire alla capacità di creare un blog: SEO.

L’ottimizzazione dei motori di ricerca è una competenza digitale molto importante da imparare, garantisce la crescita organica degli utenti e quindi riduzioni di costi pubblicitari. In sostanza, si tratta non solo di creare un sito o una pagina web, ma di renderlo autorevole e farlo così apparire tra i primi risultati dei motori di ricerca. Ciò significa che quando scrivi su Google per esempio, “Come migliorare le mie compentenze digitali”, i risultati sulla prima pagina dei risultati della ricerca sono quelli con la migliore ottimizzazione.


Gestire campagne Facebook a pagamento

Creazione e gestione di campagne a pagamento per i social media è un’abilità altamente utilizzabile, soprattutto nell’industria marketing. Se ti è capitato di gestire pagine aziendali e relative inserzioni, aggiungilo al tuo cv. Mostrerai a un potenziale datore di lavoro che sai gestire un budget e che sei pratico di  CPI (costo per impressione) e CPC (costo per click), metriche fondamentali per una corretta valutazione dei risultati. 

Gestire un vlog/canale YouTube

Un vlog o un canale YouTube sono strumenti perfetti per mostrare la tua personalità! Inoltre, sono attività che ti insegnano come girare e modificare i video, competenza altamente ricercata. Oltre a questo, dimostra ai datori di lavoro che sei affidabile e sai tenere conto delle scadenze (pubblicare con regolarità e seguire un piano editoriale sono fondamentali per la buona riuscita del canale).  Questo elenco di risorse Youtube può tornare utile. 

Essere un influencer o creare contenuti virali

Se da una parte sono vietati i selfie come immagini del curriculum, allegare il vostro profilo social se avete molti follower è altamente suggerito! Come ti rende interessante per un’azienda? Essere un influencer, in qualunque sfera, mostra che hai un forte senso della tua identità, che sei sicuro e che sei un leader nato. Inoltre dimostra capacità di elaborare una strategia social, di seguire un filo conduttore e di capire i trend in corso. Potresti essere proprio quello di cui hanno bisogno!

Per arrotondare o per passione organizzi festival/eventi? Per pubblicizzare qualcosa hai creato una campagna virale? Questo vuol dire avere buone competenze digitali, mostrando ai datori di lavoro la capacità di prendere qualcosa e renderlo virale avrai enormi opportunità. Tutte le aziende cercano modi creativi per aumentare sempre di più il bacino di utenti. Tu sai come farlo, scrivilo subito nel tuo curriculum!

A queste competenze si aggiungono le soft skills, quelle che riguardano il carattere. Saper lavorare in team è fondamentale perché la complessità è elevatissima e le idee nuove diventano realtà concrete solo grazie all’unione di più figure. Chi vuole lavorare nel digitale (tecnico o meno) deve essere curioso ed umile ma anche ottimista e positivo. Saper gestire le sconfitte è importante. Non si innova senza sbagliare e non reggere la pressione di un errore può essere fatale per un team. Allo stesso modo bisogna saper gestire le vittorie, aver avuto una buona idea non è che il primo passo, adagiarsi subito sugli allori può far perdere di vista l’obiettivo principale, la costante ottimizzazione del business.