Tutored
5/09/2018
Lavorare da Google: come affrontare la selezione?

Lavorare da Google è un’ambizione che tanti studenti e neolaureati hanno ma il processo di selezione per entrare in questi colossi mondiali è assai lungo, complesso e selettivo.

Google si colloca al primo posto del World’s Most Attractive Employers Ranking 2018, dimostrando ancora una volta di essere l’azienda in cui la maggior parte dei giovani (ma non solo) vorrebbe lavorare.

Talvolta Google fa firmare ai candidati che sostengono il colloquio un accordo di non divulgazione, per questo non siamo in grado di fornirvi delle informazioni dettagliate circa il processo di selezione al pari di Amazon.
Ad ogni modo, grazie a varie testimonianze, abbiamo raccolto alcuni consigli e domande fatte dai recruiter per aiutarvi a capire come affrontare un eventuale colloquio.

Per quanto riguarda i neolaureati, Google tiene ampiamente conto del voto di laurea e dei corsi seguiti all’università. Se i vostri voti non sono eccellenti, potete specializzarvi in un settore e diventare quello che Google chiama una “T-shaped person”: una persona che emerge per le sue skills in una determinata area, ma che comunque coltiva altri interessi.

Ad ogni modo, considerato che Google riceve oltre 3mila candidature al giorno, è chiaro che il più importante biglietto da visita per un neolaureato è il voto di laurea e le attività che ha svolto durante gli studi (erasmus, associazioni, stage e seminari). Se il vostro sogno è lavorare da Google ma non avete questi requisiti meglio aspettare qualche anno e maturare esperienze importanti: più ci si allontana dalla laurea meno saranno rilevanti i voti.

Ecco alcune delle domande tipiche del colloquio da Google:

– Racconta di un’occasione nella tua vita lavorativa in cui ha dimostrato la tua leadeship
– Descrivi il tuo prodotto Google preferito
– Qual è il progetto più interessante a cui hai lavorato?
– Quante persone stanno usando fb alle ore 14:30 di venerdì a San Francisco?
– Racconta di una sfida che hai dovuto affrontare al lavoro e come l’hai superata
– Quali esperienze speri di ottenere durante lo stage?
– Perché pensi di essere il miglior candidato per questo ruolo?
– Fai una stima del numero delle palline da tennis che possono entrare in un aereo
– Descrivi una situazione in cui non eri d’accordo con i tuoi colleghi
– Se tutti a San Francisco iniziassero ad utilizzare i trasporti pubblici per andare al lavoro, di quanti nuovi bus la città avrebbe bisogno?
– Come modificheresti Google Maps in Giappone affinché sia più appealing per i teenagers?
– Qual è il tuo modo di pensare quando devi risolvere un problema?

Le domande sono dirette a verificare determinate capacità e abilità del candidato che esulano dalle competenze tecniche, le quali vengono poi testate a seconda della posizione.

Découvrir Tutored!