3/02/2019

Matricole: come affrontare al meglio il primo anno di università

Il passaggio dalla scuola all'università ha un impatto forte. Essere una matricola significa brancolare tra dinamiche sconosciute, opportunità nascoste e servizi imperdibili. Purtroppo però ci vuole sempre del tempo perché gli studenti imparino a destreggiarsi nel marasma di occasioni e confusione che è il mondo universitario. Per questo motivo abbiamo deciso di fornire a ogni matricola una guida pratica all'adattamento e alla sopravvivenza.

1. Organizza bene il tuo piano di studi 

Non sempre gli studenti appena arrivati fanno caso all'organizzazione del piano di studi. Ricorda che a ogni insegnamento corrispondono i codici del settore disciplinare. Cosa vuol dire questo? Che per accedere alla magistrale, a un concorso o all'iscrizione ad un Albo, avrai bisogno di un certo numero di crediti in quel settore. Impara a scegliere gli esami facoltativi con criterio: fai in modo che il piano di studi sia in linea con quello che ami, ma anche con quello a cui aspiri.

 

2. Dove reperire i testi?

I veterani lo sanno bene: comprare a prezzo pieno i testi universitari è spesso molto costoso. La matricola invece non sa che oltre alle copisterie e alle librerie che vendono testi di seconda mano, bisogna tenere sempre presente le biblioteche d'ateneo. Infatti, in virtù del diritto allo studio, le università sono obbligate a fornire il prestito dei libri. Di contro, i professori devono inserire in programma testi reperibili in università. Se non hai intenzione di comprare alcuni testi, quindi, potrai semplicemente prendere la bibliografia in università e restituirla, solitamente, entro un mese.

Per acquistare i libri, qui è possibile vedere tutti i libri universitari scontati su Amazon

3. La borsa di studio 

Capita che alcune matricole non siano informate sulle borse di studio. Quando ti iscrivi all'Università, controlla sempre sul sito la sezione apposita! Potresti infatti, presentando l'ISEE, riuscire a diminuire o annullare l'importo delle tasse e ricevere un aiuto economico ulteriore. Spesso le borse universitarie offrono anche ulteriori servizi, come la mensa o l'alloggio. Controlla anche se il tuo ateneo ha bandito una borsa di studio per studenti meritevoli.

 

4. Il tirocinio curricolare e il Career Service

Molti corsi di laurea prevedono un periodo obbligatorio di formazione tramite stage. Altri, invece, danno la possibilità di scegliere tra un tirocinio, un laboratorio e un ciclo di seminari. Sfrutta la possibilità dello stage! Quello che da matricola devi sapere è che questa è un'occasione per arricchire il tuo curriculum inserendo una prima esperienza lavorativa in linea con il tuo corso di studi. Su Tutored puoi trovare offerte di stage in aziende importanti come Calzedonia, PwC e Unicredit: crea il tuo profilo, inserisci il percorso di studi e trova opportunità in linea con le tue ambizioni.

Ma l'università ti accompagna nel mondo del lavoro anche mentre sei in procinto di laurearti o dopo esserti laureato. Ecco perché in ogni sito c'è un portale Career Service, un servizio di orientamento al lavoro e di mediazione tra la domanda e l'offerta.

 5. Bando Erasmus+ e altri opportunità di scambio 

Ogni Università ha attivi bandi di mobilità internazionale. I bandi escono solitamente all'inizio di ogni anno (solare, non accademico!) e ti permettono di trascorrere un periodo di studio all'estero. Oltre al conosciutissimo Erasmus+, spesso ci sono dei bandi interni tra università partner, magari meno conosciuti e perciò più facili da vincere. Non farti sfuggire questa occasione durante il tuo percorso di studi. Trascorrere un periodo di studio all'estero arricchirà notevolmente il tuo curriculum, ti consentirà di imparare una nuova lingua e di interfacciarti con un'altra cultura.

 

6. Ripetizioni

Probabilmente le classi del tuo corso sono piuttosto numerose. Una delle principali differenze tra la scuola e l'Università è che purtroppo il rapporto tra gli studenti e i professori è più impersonale e distaccato. Al liceo ti veniva dedicato più tempo se avevi difficoltà in una materia o in un passaggio specifico. Purtroppo il mondo universitario va veloce. Sfrutta l'esperienza di altri studenti! Fai caso alle bacheche di annunci in facoltà e ricorda che su Tutored puoi ricevere ripetizioni da studenti che appartengono al tuo stesso corso di laurea e che hanno già preparato e superato lo stesso esame che ti mette in difficoltà. Puoi confrontarti con chi ha già sostenuto il corso, scambiare appunti ed opinioni.

 

7. Sfrutta i servizi d'ateneo

Fai un giro sul sito della tua Università. Scoprirai che i servizi messi a disposizione degli studenti sono moltissimi. Alcune università offrono sconti sui trasporti, ad esempio, altre hanno a disposizione palestre d'ateneo, altre ancora aule studio con a disposizione pc e stampante. Non solo: moltissimi sono i laboratori attivi, e le Università hanno un servizio linguistico che ti consente di imparare una lingua e sostenere l'esame per la certificazione a un prezzo più che conveniente.

 

8. Concentrati 

Lo sapevi che alcuni cibi aiutano la concentrazione? I legumi, ad esempio, sono ricchi di acido folico e di proteine. La frutta e la verdura di stagione, invece, contrastano l'invecchiamento cerebrale. Senza considerare il pesce azzurro, ricco di Omega3 e vitamina B. Non trascurare la tua dieta durante la sessione d'esame!

9. Il ricevimento con i docenti

Andare al ricevimento è fondamentale. Se non hai capito qualcosa che si è detto a lezione, se hai una curiosità o se vuoi un consiglio vai al ricevimento del tuo professore. Certo, potresti serenamente mandargli una mail senza perdere tempo. Tuttavia, avere un chiarimento dal vivo sicuramente ti fornirà delle risposte più esaustive. Inoltre, farti un'idea sul carattere del tuo professore avrà un doppio vantaggio: quello di prevedere come potrebbe comportarsi all'esame e quello di farti fare una scrematura, quando sarà il momento, rispetto ai docenti a cui chiedere o meno la tesi di laurea.

 

Découvrir Tutored!