4/03/2019

#Stage | Stage all'estero: perchè farlo, dove andare e come procurarselo

#Stage. Ogni settimana pubblicheremo un post con consigli, curiosità e informazioni riguardo gli stage e tirocini: come funzionano, durata media, retribuzione, dove trovare le migliori opportunità, consigli su come superare con successo il colloquio e tanto altro.

--

Lo stage all'estero ha un peso importantissimo all'interno del proprio curriculum. Averlo svolto significa aver perfezionato la conoscenza di una lingua straniera, essere entrati a contatto con una cultura diversa dalla propria, essersi integrati in un contesto a primo impatto difficile. Inoltre, un'esperienza di questo tipo non di rado apre le porte per una carriera internazionale.

Stage all'estero su tutored

Salini Impregilo, Unicredit e tante altre aziende in tutored pubblicano spesso opportunità di stage, lavoro e graduate program che prevedono un periodo in una delle loro sedi in Europa o nel Mondo: scopri qui se ci sono posizioni aperte all'estero in linea con il tuo percoso di studi

Stage all'estero: come fare, dove andare

Se hai scelto di svolgere un periodo di stage all'estero, devi prima di tutto assicurarti di poterlo fare. Sei pronto a trasferirti per alcuni mesi in un Paese diverso dal tuo? Hai un sufficiente livello di conoscenza della lingua straniera? Puoi sostenere le spese che comporta trasferirsi e vivere in un altra città? C'è da dire, infatti, che la retribuzione percepita varia di Paese in Paese e spesso di stage in stage. Anzi, non sempre alcuni stage prevedono un rimborso spese.

Bisogna, quindi, muoversi per tempo. Se la conoscenza della lingua straniera non è sufficiente, preparati e studia per raggiungere un buon livello. Spesso è richiesto soltanto l'inglese, ma se non è la lingua locale, conoscerla un po' ti darà più possibilità di essere selezionato. Inoltre, se hai in mente di svolgere il tirocinio fuori dall'Unione Europea, assicurati di essere in tempo per l'ottenimento del visto e informati su tutte le questioni burocratiche per lavorare nel posto che hai scelto.

 

Come procurarsi uno stage all'estero

Esistono diversi modi e molti programmi tramite i quali procurarsi un tirocinio all'estero:

- Programma Erasmus+ : il programma è generalmente attivo presso le Università. Oltre a periodi di scambio internazionale a fini didattici, si offrono anche periodi di stage post-laurea. Il Traineeship prevede uno stage di tre mesi in una città europea.
- Eurocultura: è un'associazione che si occupa di mobilità internazionale. Il servizio offerto è completo: dalla ricerca dello stage a quella dell'alloggio fino alle informazioni sulle borse di studio
- Associazioni studentesche: molte, come AISEC ad esempio, aiutano anche nella ricerca di stage all'estero.
- Candidatura spontanea: se hai in mente un ente o un'azienda presso la quale ti piacerebbe svolgere il tirocinio, invia pure il tuo CV accompagnato da una lettera di presentazione.

Fatto questo, puoi cominciare a preparare la documentazione necessaria per la candidatura: un curriculum ben redatto, la certificazione linguistica e una buona cover letter sono fondamentali per l'ottenimento dello stage.

Stage all'estero: quale città scegliere

Alcune città sono sicuramente migliori di altre in termini di costo, qualità della vita, opportunità concrete di lavoro.
Prima fra tutte Berlino. La capitale tedesca è decisamente all'avanguardia, caratteristica che le consente di offrire possibilità di inserimento in contesti diversi: dall'informatica all'arte, dalla fotografia al management, dal design alla pubblica amministrazione. Il salario minimo non è basso (circa 8 euro l'ora) e il costo della vita è molto più abbordabile che in altre capitali europee.

Anche Tolosa è un'ottima città in cui svolgere il tirocinio. La retribuzione qui è prevista solo per tirocini di durata maggiore a due mesi, e si aggira attorno a 500 euro mensili. Ancora più alti sono gli stipendi a Vienna, che si aggirano attorno ai 700 euro. Da prendere in considerazione anche le città in Portogallo: lo stipendio è meno alto che a Vienna o Tolosa, ma anche il costo della vita è molto meno caro.

 

Stage all'estero: fa bene al CV

Lo sai che un'esperienza lavorativa, di stage o tirocinio all'estero, è molto ben vista dalle aziende? I candidati con questo tipo background sul proprio CV hanno molte più possibilità di arrivare al primo colloquio. I motivi sono vari: si dimostra che si è pronti a viaggiare, pronti a sporcarsi le mani ed uscire dalla propria 'Comfort Zone'.

--

Prossimo articolo della rubrica #Stage: Contratto stage e tirocinio 2019: cosa c’è da sapere.

Discover Tutored